--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio Meredith Kercher - L'ivoriano dopo il no alla revisione del processo

Guede: “Non mi arrendo, so di essere innocente”

Rudy Guede

Rudy Guede

Viterbo – “Sono tranquillo, perché so di essere innocente”. Rudy Guede è deluso ma sereno dopo la decisione della corte d’appello di Firenze che ha respinto la richiesta di revisione del processo.

“Non vi preoccupate, sono tranquillo – scrive l’ivoriano su Facebook -. Sono contento del percorso che sto facendo. Ora devo proseguire i miei studi. Pazienza se non viene riaperto il processo, anche se so di essere innocente. E’ andata così, andiamo avanti. Noi non ci arrendiamo! Ringrazio tutti, vi ringrazio di cuore”.

Ieri la corte d’appello di Firenze ha dichiarato inammissibile la richiesta di Guede, il 30enne condannato per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese trovata morta nella sua casa di Perugia il primo novembre del 2007. Dopo la decisione dei giudici, gli avvocati Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi, difensori dell’ivoriano, possono ricorrere in Cassazione.

Guede, intanto, è tornato nel carcere di Viterbo, dove sta scontando 16 anni di reclusione per omicidio in concorso e violenza sessuale.

11 gennaio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564