Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci di fine anno 2016 - Cultura - Il rettore Alessandro Ruggieri illustra i risultati e racconta il futuro dell'univeristà viterbese

“Unitus, un ateneo sempre più internazionale”

di Elisa Cappelli
Condividi la notizia:

Viterbo - Il rettore dell'Unitus Alessandro Ruggieri

Viterbo – Il rettore dell’Unitus Alessandro Ruggieri

Viterbo - Il rettore dell'Unitus Alessandro Ruggieri

Viterbo – Il rettore dell’Unitus Alessandro Ruggieri

Stefania Giannini e Alessandro Ruggieri

Stefania Giannini e Alessandro Ruggieri

Alessandro Ruggieri

Alessandro Ruggieri

Alessandro Ruggieri

Alessandro Ruggieri

Viterbo – L’Università della Tuscia continua a crescere.

Dopo un 2016 positivo, il bel risultato ottenuto nella classifica del Sole 24 ore in cui risulta tra i primi 20 atenei italiani, l’Unitus non si ferma.

Il rettore Alessandro Ruggieri parla con soddisfazione dell’anno che è passato, ma soprattutto racconta il futuro dell’ateneo viterbese e tutte le novità in serbo per il prossimo triennio.

Come è andato il 2016 dell’Unitus?
“E’ andato bene, anche se con qualche difficoltà, ma non ci possiamo assolutamente lamentare. Io non mi lamento mai. Il problema più grande che abbiamo avuto è stato il terremoto, ma quello, purtroppo, non dipende da noi. Stiamo lavorando molto con le sedi decentrate, Civitavecchia in particolare, Rieti, lavoriamo molto con le università Romane, abbiamo almeno tre corsi intrateneo con Roma Tre e complessivamente abbiamo aumentato anche gli studenti. Piccoli avanzamenti ma, osservando i dati del Sole 24 ore, complessivamente abbiamo aumentato di circa il 5%, in un momento in cui tutte le università hanno perso. Noi nel Lazio siamo la prima università”.

Come commenta la classifica che è uscita sul Sole 24 ore?
“Il commento è positivo. Siamo in un’ottima posizione e per un’Università piccola su un territorio difficile come il nostro questo è un ottimo risultato. Il Sole 24 ore ha fatto una sintesi di tante informazioni, di tanti dati. Per esempio è vero che Siena è davanti a noi in classifica, ma è in peggioramento perché ha perso il 40% delle risorse. Mentre noi, rispetto alle previsioni, siamo andati molto meglio, anche dal punto di vista finanziario delle risorse. Quindi la classifica non è positiva solo per il piazzamento – che è quello che guardano gli studenti e le famiglie – ma c’è anche il risultato economico. Un risultato che ci consente di avere un buon bilancio”.

Quali sono le cose dove l’Unitus va meglio?
“Tra le cose che vanno molto bene c’è il giudizio degli studenti, per cui siamo tra le prime dieci università italiane. C’è la soddisfazione degli studenti sul corso e sui servizi”.

Dove bisogna migliorare invece?
“Un vecchio problema della nostra università, quello degli abbandoni e dei ritardi con cui gli studenti sostengono gli esami. Ma su questo abbiamo deliberato nell’ultimo senato accademico prima di Natale nell’ambito della programmazione triennale due misure importanti”.

Quali sono?
“La prima è nell’ambito delle risorse. Abbiamo messo a disposizione delle risorse per favorire il tutoraggio degli studenti che hanno più difficoltà a sostenere gli esami, in modo da ridurre gli abbandoni e aumentare la velocità con cui gli studenti si laureano, perché anche finire l’università in tempi rapidi è un aspetto importante”.

Poi?
“La seconda è per favorire sia i nostri studenti che vanno fuori con l’Erasmus, sia, soprattutto, gli studenti stranieri che vengono a studiare da noi. In modo che chi si iscrive anche in una piccola città come Viterbo abbia la possibilità di sentirsi al centro del Mondo. Abbiamo fatto adesso una convenzione importantissima con gli Stati Uniti, con un’università di New York. Quindi queste sono le cose su cui lavoreremo per migliorare sempre di più”.

In cosa consiste la convenzione…
“Si tratta di una convenzione che partirà con ingegneria. Un progetto di interscambio, noi mandiamo i nostri studenti lì e gli americani vengono da noi. Ma cercheremo di allargarlo anche ad altre facoltà, sicuramente Giurisprudenza, probabilmente anche Agraria. La difficoltà di questi scambi è che bisogna trovare dei corsi dove ci sia possibilità di interscambio. Cercheremo di incentivare questa tendenza in tutti i corsi di studio. L’obiettivo è fare diventare la nostra università sempre più internazionale, un passo alla volta”.

Altre novità?
“Lavoreremo sulle infrastrutture. Abbiamo fatto un bell’investimento per migliorare sia le infrastrutture dell’azienda agraria, che in questi anni è stata un pochino più sacrificata,  Sia per migliorare il decoro in tutte le nostre infrastrutture che sono fatte di tanti palazzi antichi e necessitano di manutenzione e miglioramenti continui. In più è in arrivo la biblioteca aperta di notte, un nuovo polo bibliotecario. A Santa Maria in Gradi, sotto la basilica, stiamo ristrutturando dei locali dove metteremo tutte le biblioteche del polo umanistico, sarà aperto alla città, di notte, sarà un punto di ritrovo per gli studenti che vengono da fuori”.

Elisa Cappelli


Condividi la notizia:
4 gennaio, 2017

Bilanci di fine anno 2016 ... Gli articoli

  1. "Distretto ceramico, diminuito il ricorso alla cassa integrazione"
  2. Una linea di abbigliamento per Alice Sabatini
  3. "Il crimine c'è, ma la Tuscia sa reagire"
  4. Da Steven Spielberg a Jude Law, Viterbo città del cinema
  5. "Una provincia in crescita e con grandi potenzialità"
  6. "Nel centrodestra basta voler essere i primi dei perdenti"
  7. Tre viterbesi (e mezzo) in serie A
  8. "Cobalb, aggiudicato l'appalto e lavori in meno di 30 giorni"
  9. "Quell'abbraccio col papa che non dimenticherò…"
  10. "Il Pd non è un bus da prendere per arrivare in parlamento"
  11. "Corto circuito nella sanità mai superato"
  12. "Pecorino romano e quote latte, dodici mesi di risultati"
  13. "Le province esistono e a Tarquinia vinceremo al primo turno"
  14. "Fuori dal piano di rientro della sanità e tempi di pagamento accorciati"
  15. "Moscherini candidato a Tarquinia? Io aspetterei"
  16. "Pd contro i capibastone? Da che pulpito..."
  17. La cavalcata verso la D e adesso quella per la lega Pro
  18. "Criminalità organizzata dedita al riciclaggio nella Tuscia"
  19. "Per il parlamento? Ci vedrei bene una donna"
  20. "Rigenerazione urbana, efficientamento e sicurezza"
  21. A maggio il nono posto, ora la caccia all'ennesima salvezza
  22. "Crolla il numero dei reati grazie alla prevenzione"
  23. E' stato un 2016 col botto
  24. "La politica non vuole bene alla città"
  25. Ad aprile la seconda salvezza e poi rotta verso la terza
  26. "La Tuscia deve guardare oltre i suoi confini"
  27. "Più circolazione di denaro e microcredito per le nostre aziende"
  28. "Trasversale, polo termale e sanità all'avanguardia"
  29. "Una crisi economica, psicologica e fisica"
  30. La Viterbese e una panchina per tre...
  31. "Il secondo mandato dipende da come va il 2017"
  32. Viterbese, Samuele Neglia è il giocatore dell'anno
  33. Un 2016 da incorniciare per la Viterbese
    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR