--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Parte un nuovo percorso dedicato agli insetti e alle piante

Orioli e Unitus insieme per l’alternanza scuola-lavoro

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

L'istituto Orioli di Viterbo

L’istituto Orioli di Viterbo

Viterbo - Università della Tuscia - Santa Maria in Gradi

Viterbo – Università della Tuscia – Santa Maria in Gradi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Parte in questi giorni un altro percorso di alternanza scuola lavoro del sistema museale di ateneo dell’università della Tuscia: si tratta di un percorso didattico da titolo “Insetti e piante: loro coevoluzione nel processo di impollinazione”.

Sono coinvolti la collezione entomologica del sistema museale e l’orto botanico “Angelo Rambelli” oltre ai ragazzi della classe IV del liceo artistico Orioli.

L’obiettivo del percorso è quello di far conoscere le interazioni tra piante ed insetti con particolare riferimento all’impollinazione, evidenziando le strategie sviluppate dalle piante a fiore.

Gli studenti avranno modo di sperimentare il metodo scientifico alternando visite e lavoro in laboratorio, così da apprendere e scoprire alcuni aspetti coevolutivi relativi alla forma, ai colori ed agli odori che gli organismi interessati utilizzano in questa relazione.

I ragazzi saranno seguiti dal professor Pierpaolo Giacobbi per il liceo artistico Orioli; per il percorso “Insetti e piante: loro coevoluzione nel processo di impollinazione” dalla professoressa Adalgisa Guglielmino (responsabile scientifica della Collezione Entomologica, Dafne) e da Monica Fonck, curatrice dell’orto botanico “Angelo Rambelli”.  Il lavoro con gli studenti (lezioni frontali, laboratori, visite) sarà seguito in particolare da Laura Cancellieri.

Il primo step – una lezione frontale – è già avvenuto al scorsa settimana; si svolgeranno invece nel mese di marzo gli incontri nel laboratorio didattico dell’ex facoltà di agraria, incontri in cui gli studenti saranno in contatto con il materiale della collezione entomologica, oltre ad utilizzare materiale fresco. Ad aprile, per chiudere il percorso didattico, avverrà l’esercitazione su campo presso l’orto botanico.

Università della Tuscia


Condividi la notizia:
15 febbraio, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR