--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Giovedì 2 marzo dalle 18,30 al caffè Letterario

Assemblea ordinaria del club per l’Unesco Viterbo Tuscia

Condividi la notizia:

Il Caffè letterario

Viterbo – Il caffè letterario

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Giovedì 2 marzo a partire dalle 18,30 al caffè letterario di Viterbo si svolgerà l’Assemblea ordinaria 2017 del club per l’Unesco Viterbo Tuscia.

Il club per l’Unesco Viterbo Tuscia è nato per iniziativa di Luciano Dottarelli e di un gruppo di cittadini, esponenti del mondo della cultura, professionisti ed operatori nel campo della formazione che, condividendo gli ideali di pace e dialogo interculturale dell’organizzazione per l’Educazione, la scienza e la cultura delle Nazioni unite (Unesco), hanno inteso promuoverli e realizzarli a livello locale attraverso la costituzione di un’associazione aderente alla Federazione italiana club e centri per l’Unesco (Ficlu).

In particolare gli scopi del Club sono i seguenti:

– promuovere la comprensione e la diffusione dei princìpi e degli ideali d’azione dell’Unesco adoperandosi per il successo dei suoi programmi, campagne mondiali e altre iniziative a carattere educativo, sociale e culturale
– contribuire alla formazione democratica dei cittadini e particolarmente dei giovani, attraverso studi ed attività connessi alle tematiche proposte dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
– favorire la comprensione internazionale, la cooperazione e la pace, attraverso una migliore conoscenza delle diverse civiltà, della loro storia e del loro patrimonio culturale in un’ottica universalistica
– impegnarsi per la conoscenza, la tutela e l’efficace fruizione del patrimonio culturale della Tuscia anche attraverso la promozione di candidature alle liste del patrimonio mondiale culturale, naturale e immateriale dell’Umanità
– ricercare la collaborazione con le istituzioni locali e con tutti i soggetti pubblici e privati che nella Tuscia, in Italia e all’estero operano in ambiti affini per promuovere progetti in sintonia con i princìpi ispiratori e le finalità dell’Unesco.

Nell’Assemblea del 2 marzo saranno illustrate le attività svolte nel 2016 e saranno presentate le proposte di lavoro per il 2017.

L’incontro sarà anche un’occasione di festa e convivialità, allietata dai canti della Compagnia delle lavandaie della Tuscia che presenterà il libro-cd “Ràma de rosa e frónna de fiór”, pubblicato da Annulli editori nel 2016.

All’interno della più ampia attività che il Club per l’Unesco svolge nel campo della cultura, della formazione e della promozione dei diritti umani e della pace, il progetto “Compagnia delle Lavandaie della Tuscia” (ideato e promosso da Simonetta Chiaretti) si è inserito fin da subito, in modo consapevole, partecipato e coerente, divenendo ben presto uno dei veicoli più efficaci della visibilità dell’associazione sul territorio.

Lo straordinario successo e i prestigiosi riconoscimenti ricevuti dalla Compagnia delle Lavandaie della Tuscia, per citarne solo alcuni: la partecipazione a Umbria Folk Festival, all’Istituto Centrale per i Beni sonori e audiovisivi di Roma, al Festival Italiano di Permacultura, ad EXPO 2015, oltre all’inserimento in Italy in a day, il social movie di Gabriele Salvatores – sono motivo di grande soddisfazione per il Club, che ha sempre creduto nella forza comunicativa di questo progetto e nella sua capacità di recuperare ed attualizzare un patrimonio immateriale di saperi, pratiche ed espressioni artistiche di grande significato per le comunità della Tuscia.

L’ attività della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia è in piena sintonia con lo spirito complessivo che anima l’impegno dell’Unesco e ne valorizza, in particolare, la più recente attenzione per il patrimonio culturale immateriale, riconosciuto sempre più a rischio di deterioramento per via dell’accelerazione dei processi di globalizzazione e di trasformazione sociale.

Club per l’Unesco Viterbo Tuscia


Condividi la notizia:
28 febbraio, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR