--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ospedale di Belcolle - L'avvocato della Asl, Elaine Bolognini, spiega il provvedimento preso nei confronti della dirigente di medicina trasfusionale Tiziana Riscaldati - Dopo Barbara d'Urso anche la Vita in diretta si occupa dei furbetti del cartellino

“Il primario sospeso continua a prendere lo stipendio pieno”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Tiziana Riscaldati

Tiziana Riscaldati

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 - L'avvocata della Asl Elaine Bolognini

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 – L’avvocato della Asl Elaine Bolognini

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 - L'avvocata della Asl Elaine Bolognini intervistata da Mara Pannone

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 – L’avvocato della Asl Elaine Bolognini intervistata da Mara Pannone

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 – Il comandante della Finanza Giosuè Colella

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1

I furbetti della Asl di Viterbo su Rai 1 – La giornalista Mara Pannone a Belcolle

Viterbo – La Asl l’ha sospesa ma Tiziana Riscaldati, primario di medicina trasfusionale, continua a percepire lo stipendio. Pieno. “La legge – spiega l’avvocato dell’azienda sanitaria viterbese, Elaine Bolognini – non prevede la decurtazione della retribuzione in caso di sospensione cautelativa. Questa è una misura che viene adottata in attesta che l’ufficio procedimenti disciplinari adotti i provvedimenti e le sanzioni che ritiene opportune”. Tempo massimo 120 giorni, quattro mesi.

Riscaldati, sessant’anni, è accusata di truffa per essersi procurata “un ingiusto profitto” pari a centinaia di migliaia di euro. Sospesa e quindi costretta a rimanere a casa, continua però a percepire pienamente lo stipendio. Il sogno di tutti i lavoratori…

Senza retribuzione invece l’infermiera Stefania Gemini, addetta alla predisposizione della liquidazione del centro trasfusionale dell’ospedale di Belcolle. “Lo ha stabilito il giudice che ha deciso la sospensione”, spiega l’avvocato Bolognini. Per gli altri ventuno indagati l’Asl ha inviato “la lettera di contestazione dell’addebito”, come sottolinea il legale alle telecamere di Rai 1.

Dopo Barbara d’Urso e il suo Domenica Live, anche Marco Liorni e Cristina Parodi della Vita in diretta si sono occupati dei furbetti della Asl di Viterbo, i ventitré medici e infermieri coinvolti nell’indagine della Guardia di finanza, coordinata dalla pm Paola Conti.

In quasi venti minuti la giornalista Mara Pannone condensa la cronaca dell’operazione, le reazioni di chi lavora all’ospedale di Belcolle e il commento del comandante della Finanza Giosuè Colella. Dodici dei ventitré indagati, con il trucchetto delle trasfusioni a domicilio, avrebbero anche gonfiato i propri stipendi per un importo complessivo di un milione e 300mila euro. “Per alcuni pazienti – spiega il colonnello Colella – veniva raddoppiato o triplicato il numero di sacche di sangue, così i medici e gli infermieri chiedevano i rimborsi per un importo maggiore. Inoltre risultavano aver fatto trasfusioni anche quando non erano al lavoro, pure mentre erano in ferie”.

Sospese Riscaldati e Gemini, gli altri ventuno medici e infermieri indagati sono ancora al lavoro. Ma che atteggiamento hanno dopo questi scandali? “Normale – dice un collega -, ieri abbiamo preso il caffè insieme. Ma se ne devono andare a casa”.



Condividi la notizia:
7 febbraio, 2017

Furbetti della Asl ... Gli articoli

  1. Furbetti del cartellino a Belcolle, otto rinvii a giudizio
  2. Furbetti del cartellino, patteggiano la caposala e un altro dipendente della Asl
  3. Furbetti del cartellino, in undici davanti al gup
  4. Furbetti del cartellino, la caposala chiede di patteggiare
  5. Bocciato il ricorso della dirigente Riscaldati contro il licenziamento in tronco
  6. "La dottoressa Guitarrini è una libera professionista"
  7. Furbetti del cartellino, licenziate due dottoresse
  8. Furbetti del cartellino, l'Asl cerca sostituti
  9. Furbetti del cartellino, licenziata infermiera
  10. Riscaldati licenziata in tronco
  11. Furbetti della Asl, ispettori a Belcolle
  12. Sospensione prorogata, ma il primario continua a prendere lo stipendio
  13. "Riscaldati turba la serenità di colleghi e pazienti"
  14. I furbetti della Asl traditi da un'intercettazione dell'inchiesta Inps
  15. Andavano ovunque tranne che al lavoro...
  16. "I medici rischiano anche la radiazione"
  17. "Furbetti della Asl, provvedimenti anche dall'ordine dei medici"
  18. "Trasfusioni, Riscaldati aveva l'obbligo di controllare"
  19. "Nella Asl di Viterbo radicato e diffuso malcostume"
  20. E c'è pure il danno d'immagine...
  21. “Nella sanità chi ruba lo becchiamo, manderemo gli ispettori”
  22. Nuovo primario per il centro trasfusionale
  23. "Solo qualche ora, non abbiamo ammazzato nessuno"
  24. La Asl ha sospeso il primario di medicina trasfusionale
  25. "Riscaldati non ha mai percepito quei 270mila euro"
  26. "L'infermiera Gemini ha ostacolato le indagini"
  27. "Inchiesta solida e fondata"
  28. Stipendi gonfiati per centinaia di migliaia di euro...
  29. Indagata la dirigente di medicina trasfusionale
  30. "Stiamo facendo le trasfusioni", invece erano in ferie...
  31. "Un evento di gravità assoluta nel nostro territorio"
  32. "Ennesimo caso di malcostume e frode"
  33. Furbetti della Asl, aperta una commissione d'inchiesta
  34. "Siamo arrabbiati e pronti a costituirci parte civile"
  35. "Ora provvedimenti per chi danneggia pazienti e lavoratori onesti"
  36. Facevano spesa e assistevano a recite durante l'orario di lavoro
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR