--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Uomo trovato morto in campagna - Il gip ha respinto la richiesta degli avvocati del 75enne indagato, cognato della vittima

Omicidio di Tuscania, restano sotto sequestro i mezzi agricoli

Condividi la notizia:

Tuscania – Assassinato 83enne – Il capannone sotto sequestro

Tuscania – Assassinato 83enne – Il capannone sotto sequestro

Tuscania – Assassinato 83enne – I Ris in località Castellaccio

Tuscania – Assassinato 83enne – I Ris in località Castellaccio

Tuscania – Assassinato 83enne – Il capannone sotto sequestro

Tuscania – Assassinato 83enne – Il capannone sotto sequestro

Tuscania – Assassinato 83enne – Località Castellaccio

Tuscania – Assassinato 83enne – Località Castellaccio

Angelo Gianlorenzo

Angelo Gianlorenzo

Tuscania – Omicidio di Tuscania, restano sotto sequestro i mezzi agricoli di Aldo Sassara. Il gip del tribunale di Viterbo, Stefano Pepe, ha respinto la richiesta degli avvocati Marco Valerio Mazzatosta e Danilo Scalabrelli, difensori dell’agricoltore 75enne.

Sassara, unico indagato a piede libero per l’omicidio, è anche il cognato di Angelo Gianlorenzo, l’83enne trovato morto nel suo terreno in località Castellaccio il 14 agosto scorso. Gli attrezzi di Sassara sono sotto sequestro da quel giorno. Il 30 gennaio la difesa ne aveva chiesto il dissequestro perché “senza quei mezzi il 75enne non può lavorare”.

Il sostituto procuratore Massimiliano Siddi, titolare delle indagini, si era opposto alla richiesta. Per il pm su quei mezzi agricoli sono necessari ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri e dei Ris di Roma, dopo l’esito negativo delle prime perizie. Per ora la scientifica dell’arma non avrebbe trovato nessuna traccia, nessun Dna e neppure impronte digitali riconducibili a Gianlorenzo sugli attrezzi di Sassara. Ma le indagini sono proseguite, per raccogliere elementi utili. Gli investigatori puntano tutto sui riscontri biologici e da mesi stanno cercando impronte, tracce ematiche e biologiche.

Fotocronaca: I Ris sul luogo del delitto – slide

Il dato scientifico sembra essere determinante per la risoluzione del caso. Ma nessuna risposta, almeno per il momento, sarebbe arrivata dai risultati delle analisi dei Ris e da quelle del reparto scientifico dei carabinieri di Viterbo. I primi si sono recati a inizio settembre sulla scena del crimine, per un sopralluogo durato un’ora e mezza. I secondi, a fine agosto, hanno eseguito una serie di perquisizioni. Non solo a casa di Sassara, ma anche di altre persone.

L’agricoltore 75enne è finito nei guai per i cattivi rapporti con la vittima. I due erano in causa per questioni di confini: riguardavano il terreno in cui Gianlorenzo è stato trovato morto e il vicino campo di Sassara. Su di lui sospetti, ma non gravi indizi. Da sempre lo ribadiscono i suoi avvocati.

A ottobre, invece, il sopralluogo dei sub dei carabinieri: hanno passato al setaccio la diga in località San Savino e le zone limitrofe. Gli investigatori erano a caccia dell’arma del delitto, che potrebbe non essere un bastone. O almeno non solo. Gianlorenzo, infatti, non aveva soltanto il cranio fracassato ma anche il torace, con i vestiti strappati e a terra tutto ciò che aveva nelle tasche. L’assassino avrebbe potuto prima colpire l’83enne con un bastone e poi infierire sul cadavere. Oppure ucciderlo direttamente con un’arma più pesante, magari un mezzo agricolo. Eppure sul corpo di Gianlorenzo non sarebbero stati trovati segni di pneumatici. Sembrerebbe il disegno di un omicidio perfetto, con l’arma del delitto introvabile e la scena del crimine pulita. Nessuna traccia, nessuna macchia di sangue, se non nel punto in cui è stato rinvenuto il cadavere.

Il corpo di Gianlorenzo è stato scoperto dal figlio la vigili di Ferragosto, intorno a mezzogiorno. Ma l’anziano sarebbe stato ucciso ore prima, probabilmente di mattina. I carabinieri hanno escluso fin dalla prima ora la rapina degenerata in omicidio. Come la violenza gratuita di un folle sconosciuto. Gli investigatori, infatti, hanno subito avuto il sospetto che la vittima conoscesse l’assassino. Una lite finita in tragedia, in un’isolata zona di campagna dove nessuno ha visto o sentito qualcosa.


Video: Omicidio di Tuscania – I Ris in località Castellaccio



Condividi la notizia:
21 febbraio, 2017

Tuscania - Omicidio in campagna ... Gli articoli

  1. "Male non fare, paura non avere", si dichiara innocente il 76enne accusato di avere ucciso il cognato
  2. Accusato di avere ucciso il cognato, attesa per l'interrogatorio di Aldo Sassara
  3. "Se m'evono trovato la maglietta, da mo' che m'avevano arrestato"
  4. Omicidio Gianlorenzo, è il giorno della verità per il cognato accusato di averlo ucciso
  5. Omicidio Gianlorenzo, in aula il supertestimone rivela: "Voci di due uomini sul luogo del crimine..."
  6. Omicidio Gianlorenzo - Furgone sul luogo del delitto, è giallo
  7. "Non ha ucciso lui il cognato, quella mattina è andato col trattore in direzione opposta"
  8. Aldo Sassara sgridò la moglie: "Rifai la deficiente, tu chiacchieri troppo"
  9. "Aldo non è un fratello, ma una belva feroce. Pensammo avesse ucciso anche nostro padre"
  10. "Meno male che mio cognato è morto, uno di meno. Era un birbaccione, vaffanculo"
  11. "Gianlorenzo aveva il collo spezzato e tutte le costole rotte, ma è morto d'infarto"
  12. Due "interpreti" di dialetto martano per tradurre i soliloqui del presunto killer
  13. "Trenta-quaranta colpi che lui ansimava ancora ed era cosciente"
  14. "E' stata una morte violenta, ma nessun riscontro scientifico porta a Aldo Sassara"
  15. Omicidio Angelo Gianlorenzo, tocca ai primi testi dell'accusa
  16. "Il cognato incastrato dal suo soliloquio in macchina e dalla videosorveglianza"
  17. Agricoltore massacrato e ucciso nelle campagne di Tuscania, processo al cognato al via il 17 giugno
  18. "Contro di me non hanno niente" diceva tra sé Aldo Sassara intercettato in macchina...
  19. Omicidio di Angelo Gianlorenzo, rinviato a giudizio Aldo Sassara
  20. Omicidio di Tuscania, Aldo Sassara davanti al gup
  21. "Contro di me solo congetture, i colpevoli sono altrove"
  22. "L'ha ucciso, si è cambiato e ha fatto sparire i vestiti sporchi di sangue..."
  23. Omicidio di Tuscania, chiuse le indagini
  24. Un anno fa l'omicidio dell'agricoltore Angelo Gianlorenzo
  25. Omicidio di Tuscania, dissequestrati il casale e i mezzi agricoli dell'indiziato
  26. Omicidio di Tuscania, nuovo interrogatorio in procura per Sassara
  27. Omicidio di Tuscania, è giallo sull’ora della morte
  28. "Massacrato di botte finché non è morto di crepacuore"
  29. "Ho pensato subito che era stato assassinato”
  30. Omicidio di Tuscania, chiesto il dissequestro dei mezzi agricoli
  31. Nessuna traccia di Gianlorenzo sull'uomo accusato dell'omicidio
  32. Al lavoro i sommozzatori dell'Arma
  33. Gianlorenzo aveva anche il torace fracassato
  34. Omicidio di Tuscania, i Ris sul luogo del delitto
  35. Si cercano i vestiti sporchi di sangue
  36. "Aldo? Incensurato e benvoluto da tutti"
  37. "Non dovevi decidere tu della morte di Angelo"
  38. "Assassini, costituitevi!"
  39. Anziano ucciso, indagato il cognato
  40. I Ris sulla scena del delitto
  41. I vestiti strappati e il cranio fracassato
  42. Colpito alla testa e ucciso dopo una lite
  43. Aggredito e ucciso con un colpo alla testa

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR