Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

TW-cliccami-560x60-due-colori

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Scontro dentro Forza Italia - Mauro Rotelli (FdI) rafforza la linea indicata da Rampelli all'incontro alle terme

“Berlusconi non candidabile non è un insulto ma la realtà”

di Giuseppe Ferlicca
Mauro Rotelli

Mauro Rotelli

Fabio Rampelli

Fabio Rampelli

Viterbo - L'incontro del centrodestra alle Terme dei Papi

Viterbo – L’incontro del centrodestra alle Terme dei Papi

Viterbo – Scontro dentro Forza Italia, la polemica non si placa. Da una parte Giulio Marini, dall’altra Dario Bacocco e Giovanni Arena.

Galeotto fu l’incontro organizzato dall’ex sindaco azzurro, in cui Fabio Rampelli (FdI) ha spiegato a chiare lettere che Silvio Berlusconi non è più candidabile a premier.

Suscitando le ire del duo Bacocco – Arena, che hanno tacciato Marini d’avere addirittura usato il simbolo di Forza Italia senza autorizzazione. Marini, dal canto suo, ha replicato per le rime: i due avessero preso un abbaglio, c’erano fior fiori d’esponenti azzurri, da Aracri a Moles. A livello nazionale.

Ma siccome tutto è partito da Fratelli d’Italia e dal no a future candidature per Berlusconi, da FdI adesso vogliono mettere qualche puntino su più di una i.

“La saggezza popolare – spiega Mauro Rotelli – ci insegna che tra moglie e marito è bene non mettere il dito”. Meglio sarebbe non intromettersi tra Marini e Bacocco. Tuttavia: “In questo caso sono le parole del capogruppo alla Camera FdI, Rampelli, ad aver fatto discutere e ad essere al centro del dibattito”. All’incontro di venerdì alle Terme dei Papi.

Quindi a FdI sono ampiamente titolati a mettere il dito tra moglie e marito. “Intanto – continua Rotelli – siamo stati molto contenti di partecipare e dare il massimo sostegno all’iniziativa. Dieci, cento, mille iniziative organizzate da chiunque saranno sempre ben accette e ci vedranno sempre partecipi”.

Con una precisazione: “Naturalmente dicendo la nostra…”. In questo caso, FdI l’ha detta, eccome.

“Affermare che Berlusconi non possa essere candidabile – precisa Rotelli – non è un insulto, ma la realtà dei fatti, ed è lui in prima persona a saperlo, avendo avanzato i nomi di Del Debbio, Zaia e oggi di Cairo”.

Un candidato alla presidenza del consiglio, però, il centrodestra lo deve trovare. Se non Berlusconi, chi altro?

“Matteoli sostiene che le primarie vanno bene solo se introdotte per legge – continua Rotelli – ricalcando la posizione di Berlusconi. Siccome la nuova legge elettorale si sta discutendo ora, tutto il centrodestra faccia compatto la sua battaglia sulle primarie per legge, sostenendo la proposta di legge già depositata da FdI-An al riguardo e di conseguenza, faccia scegliere agli italiani il candidato premier”.

Meno chiacchiere e più fatti. “Non sono le polemiche che c’interessano – conclude Rotelli – ma i contenuti.

Organizzeremo noi stessi altri momenti, per dare il nostro contributo all’unione di un centrodestra che in provincia di Viterbo può tornare vincente e coeso”.

Giuseppe Ferlicca

13 marzo, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564