__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - I viterbesi che sostengono l'ex premier a segretario nazionale del partito democratico.

Noi, in cammino con Renzi nella Tuscia

Matteo Renzi

Matteo Renzi

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Noi abbiamo deciso di promuovere e sostenere le ragioni della mozione congressuale legata alla candidatura di Matteo Renzi a segretario nazionale del partito democratico.

Noi votiamo Renzi perché grazie al suo coraggio dopo anni di paure siamo, orgogliosamente, parte della famiglia dei Socialisti e Democratici europei. Non più una forza politica indistinta, ma il Pd: socialista ed europeo.

Noi con Renzi perché non vogliamo rimettere le lancette agli anni novanta o peggio ancora al tempo delle coalizioni indistinte dal punto di vista politico. Per quanto ci possiamo sforzare, non vogliamo rinunciare ad un moderno sistema politico maggioritario e ad un grande partito della sinistra riformista in grado di avere l’ambizione di guidare il paese attraverso il proprio leader.

Siamo consapevoli che lo stop del 4 dicembre mette a serio rischio l’ipotesi di una riforma del sistema politico ed istituzionale di questo paese. Tuttavia non ci rassegniamo al ritorno della prima Repubblica e dobbiamo impegnarci affinché il nuovo parlamento possa produrre le giuste riforme che servono per modernizzare il paese.

Noi facciamo una scelta convinta perché crediamo che si debba continuare la strada delle riforme. Migliorare l’impianto riformista dei nostri 1000 giorni a Palazzo Chigi seguendo la bussola del sostegno ai più deboli, delle opportunità da consegnare ad un paese che sta uscendo dalla crisi più forte di sempre, della valorizzazione del merito, del riscatto civico delle tante donne e uomini che hanno vissuto ai margini della società, in solitudine. Lavoro, welfare inclusivo, scuola, diritti, ambiente, per non lasciare indietro nessuno.

Noi vogliamo che il Pd torni ad interpretare il sogno di milioni di italiani: lasciarsi alle spalle una politica inconcludente, fatta di annunci e risse, confusione e assenza di responsabilità.

Noi perché non abbiamo e non vogliamo avere paura; paura delle persone che soffrono, venute da posti lontani, scappate dalla guerra e dalla barbarie; paura del progresso, dell’innovazione, della modernità che va governata attraverso una precisa visione del mondo e delle cose.

Noi saremo con Renzi: una scelta fatta da chi vuole davvero fare la casa dei riformisti, il Pd che abbiamo sognato e che nessuno fino in fondo ha mai fatto.

La sinistra serve per cambiare il presente, perché per conservarlo ci sono i conservatori.

Gabriele Achilli, Sandra Albanesi, Alessandro Angelelli, Ornella Angeletti, Michele Bassanelli, Francesco Bergantili, Alberto Blasi, Marco Bondini, Maria Rita Cappuccini, Giorgia Ceccarelli, Stefano Ciucci, Antonella Claudiani, Roberto Colonnelli, Annalisa Creta, Riccardo Crisanti, Federico Cruciani, Franco Dore, Leonardo Di Russo, Marina Faggiani, Federico Fabrizi, Lorenzo Frallicciardi, Bruno Franci, Roberto Furano, Pietro Galli, Roberto Gabrielli, Andrea Genovese, Ester Ielmoni, Giorgio Isidori, Luigi Minella, Andrea Muzzi, Fernanda Nacci, Giancarlo Piergentili, Gianpaolo Piccini, Luigi Pinacoli, Fausto Pinziaglia, Massimo Pistilli, Luca Polizzano, Agostino Pontuale, Angela Ricci, Matteo Russo, Gabriele Sandoletti, Fabio Scalzini, Valentina Silvestri, Leonardo Zannini, Angelo Zeppa, Armando Palmini.

Hanno sottoscritto l’appello inoltre: Andrea Egidi, Alessio Trani, Piergiorgio Medori, Sonia Perà, Elena Tolomei, Emanuele Trevi, Antonio Rizzello.

15 marzo, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564