__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Renato Petroselli all'incontro a villa Gernetto in cui il presidente di Forza Italia ha illustrato il suo progetto

C’era anche Viterbo tra i “seniores” di Berlusconi

 

L'incontro dei senior con Berlusconi

L’incontro dei senior con Berlusconi

Renato Petroselli con Giulio Marini

Renato Petroselli con Giulio Marini

Viterbo – (p.p.) – C’era anche Viterbo tra i “seniores” di Berlusconi.

Renato Petroselli ha preso parte all’incontro del gruppo radunato a villa Gernetto e poi al pranzo, con menù tricolore, in cui Silvio Berlusconi ha parlato del suo futuro, dell’Europa, del partito di Grillo.

Un centinaio di persone e poco più. Petroselli ha voluto rappresentare il territorio e ha incontrato il presidente lasciandogli regali made in Tuscia.

“Berlusconi – dice Petroselli – voleva incontrare i seniores per illustrare loro la sua nuova idea dell’albero della Libertà. Ci doveva andare Rosetta Virtuoso, ma all’ultimo ha dovuto dire di no. Avevano contattato anche Giulio Marini, caro amico dell’ex senatore Enrico Pianetta, che ora guida appunto questo gruppo. Proprio Marini mi ha chiesto di andarci in sua rappresentanza e in quella del territorio.

C’era chi veniva da Umbria, Veneto, Toscana, insomma, un po’ da tutta Italia e io ero l’unico di Viterbo e della provincia”.

Berlusconi ha spiegato i suoi piani in materia di tasse, sicurezza, welfare, senza dimenticare i territori e soprattutto Viterbo. “Ho avuto modo di parlare con il presidente al quale ho consegnato delle brochure che raccontano la nostra storia. Lui si è ricordato di quando è stato ospite del sindaco Marini, il 3 settembre settembre 2008. In quell’occasione, ha visitato il monastero ed è stato il primo presidente del consiglio ad assistere al trasporto della macchina d Santa Rosa”.

Per Petroselli, Berlusconi è pronto a rientrare in pista. “Era in forma smagliante e sembrava anche ringiovanito. Ha parlato a braccio per più di due ore, ininterrottamente. Si è messo a disposizione per le foto e ha scambiato con noi due chiacchiere.

Aveva la sua solita verve e ci ha illustrato cosa ha in mente, quell’albero della libertà che rappresenta la solidità delle radici, cioè della base, e che vede nei frutti i punti salienti del programma che si basa sulla rivalutazione di valori sociali e culturali.

L’iniziativa politica deve ripartire dal basso, ma Berlusconi ha chiesto, allo stesso tempo, di rinnovare le candidature alle prossime elezioni, attingendo tra imprenditori, docenti, professionisti e manager. Vuole metterci solo giovani, puntando comunque all’esperienza, alla capacità e al senso del dovere.

Ho portato con me diversi viterbesi e, nel mio piccolo, ho provato a rappresentare il territorio. Berlusconi si è ricordato di Viterbo ed è stata una soddisfazione – conclude Petroselli -. Davvero un’esperienza bellissima”. 

20 marzo, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564