__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - Lega Pro - Girone A - Il patron Piero Camilli annuncia l'addio a fine stagione

“La mia esperienza alla Viterbese termina a giugno”

di Samuele Sansonetti
Sport - Calcio - Viterbese - Il patron Piero Camilli

Sport – Calcio – Viterbese – Il patron Piero Camilli

Sport - Calcio - Viterbese - Il patron Piero Camilli

Sport – Calcio – Viterbese – Il patron Piero Camilli

Viterbo – “A giugno pago tutti e me ne vado”.

Piero Camilli annuncia l’addio alla Viterbese, senza giri di parole e possibili ripensamenti.

La notizia è arrivata nel pomeriggio, mentre Rosolino Puccica guidava il primo allenamento della sua nuova squadra.

Il nuovo allenatore conosce l’ambiente – ha spiegato Camilli – e inoltre ha rabbia e voglia di rimettersi in gioco. Con lui chiuderemo la stagione dopodichè pagherò tutti e saluterò: la mia esperienza alla Viterbese termina a giugno.

Non voglio essere un monumento, i monumenti si fanno ai morti e io voglio campare ancora tanto, ma almeno un po’ di riconoscenza dall’ambiente me la aspettavo. Anche da parte del comune non c’è stato mai nessun tipo di aiuto, Grosseto era lontana ma dal punto di vista dell’amministrazione era molto più vicina“.

Problemi con il comune dunque, per quella che a detta di Camilli sarà la sua ultima avventura calcistica.

Non ci sono altri progetti all’orizzonte – ha proseguito il patron – e questo sia chiaro, ho 67 anni e non vado da nessuna parte. Il discorso di fondo è che Viterbo non è una città dove si può fare calcio: oltre alla lontananza delle istituzioni mancano le strutture ma anche i tifosi. In una partita come quella contro il Pro Piacenza abbiamo fatto 200 paganti, anche giocando a Grotte di Castro sarebbero stati di più. La colpa non è certo di Camilli, ma del fatto che per trent’anni il calcio qui non è praticamente mai esistito”.

Infine il punto di vista sulla situazione della squadra.

“Con Puccica speriamo di dare una scossa – ha concluso Camilli – innanzitutto dal punto di vista fisico. Gli infortuni di quest’anno non li ho mai visti, poi i problemi muscolari sono la conseguenza del cattivo fondo di gioco dei campi di allenamento. Per questo da qui in avanti porterò la squadra a Grotte di Castro, lì c’è un campo di calcio vero che ci aiuterà a prevenire ulteriori problemi”.

Samuele Sansonetti


Lega Pro – girone A
la 31esima giornata
sabato 25 marzo

Alessandria – Racing Roma (14,30)
Cremonese – Pontedera (14,30)
Pro Piacenza – Lupa Roma (14,30)
Viterbese – Lucchese (14,30)
Carrarese – Robur Siena (16,30)
Prato – Livorno (18,30)
Tuttocuoio – Olbia (18,30)
Arezzo – Pistoiese (20,30)
Giana Erminio – Renate (20,30)
Como – Piacenza (lunedì alle 20,45)


Lega Pro – girone A
la classifica

Squadra  PT     G      V      P      S     GF     GS    DR  
Alessandria   63  30  19   6   5   52   23   29
Cremonese   59  30  18   5   7   56   35   21
Arezzo   53  30  15   8   7   41   30   11
Livorno   53  30  15   8   7   41   27   14
Giana Erminio   50  30  13  11   6   41   30   11
Piacenza   49  30  14   7   9   40   29   11
Como   45  30  12  11   7   42   39    3
Renate   45  30  11  12   7   32   27    5
Pro Piacenza   41  30  12   5  13   34   29    5
Viterbese   41  30  11   8  11   33   35   -2
Lucchese (-2)   40  30  10  12   8   38   31    7
Robur Siena   38  30  11   5  14   36   37   -1
Pistoiese   36  30   8  12  10   35   34    1
Robur Siena   35  30  10   5  13   34   34    0
Pontedera   33  30   7  12  11   32   44  -12
Olbia   32  30   9   5  16   36   47  -11
Carrarese   29  30   8   5  17   36   47  -11
Prato   29  30   8   5  17   25   46  -21
Tuttocuoio   29  30   7   8  15   25   42  -17
Lupa Roma   28  30   7   7  16   25   42  -17
Racing Roma   25  30   6   7  17   26   52  -26

Lega Pro – girone A
i marcatori della Viterbese

Neglia
6 Marano
3 Diop
2 Celiento, Cruciani
1 Sforzini, Belcastro, Bernardo, Jefferson, Cuffa, Varutti, Sandomenico, Jallow, Dierna, Falcone, Miceli


Lega Pro – girone A
la 32esima giornata
sabato 1 aprile

Como – Carrarese (14,30)
Olbia – Viterbese (14,30)
Racing Roma – Pro Piacenza (14,30)
Livorno – Lupa Roma (16,30)
Piacenza – Arezzo (16,30)
Pistoiese – Tuttocuoio (16,30)
Alessandria – Giana Erminio (18,30)
Renate – Lucchese (18,30)
Pontedera – Prato (20,30)
Robur Siena – Cremonese (20,30)

20 marzo, 2017

13 Comments »

Leave a comment

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

  1. 21 marzo 2017 alle 10:12 | - > gialloblu commenta:

    Dichiarazioni da strapparsii capelli e non dormire la notte se il cOMANDANTE lascia la Viterbese, intanto fuori altro allenatore e dentro Puccica, durerà da Natale a Santo Stefano, il valore del team lo conosciamo bene, e troppo bene a fatto sino ad oggi, importante il Presidente faccia esame di coscienza , ma vera, e ammettà le sue responsabilità, e perchè no, la sua totale incapacità di raggiungere traguardi ambiziosi.. guigno è alle porte, ma sicuramente cambierà idea, film rivisto

  2. 21 marzo 2017 alle 00:16 | - > Bucione commenta:

    Ma ‘sto signore da sempre la colpa agli altri ?? Decide tutto lui e poi se le cose non vanno la colpa non è mai la sua….mah…si può pensare che nei suoi risultati altrove abbia avuto una spaventosa botta di c..o ????

  3. 21 marzo 2017 alle 00:04 | - > patres commenta:

    Ce ne faremo una ragione

  4. 20 marzo 2017 alle 20:05 | - > restaniciccozzicampani commenta:

    Continuo:gli infortuni non vengono dal campo di allenamento, perché settimanalmente si gioca in TUTTI i campi del girone, belli e brutti, ma dalla preparazione atletica, e qui forse la Società è un po’ indietro. Inoltre gli acquisti invernali non hanno “spaccato” come è accaduto per altre squadre del girone. Resti in sella, Presidente, e sia buono.

  5. 20 marzo 2017 alle 19:59 | - > restaniciccozzicampani commenta:

    No, Presidente: l’ho sempre difeso e le sono grato per averci riportato ai fasti dell’epoca di Rocchi. Ma non si lamenti: il Comune ha tirato fuori soldi per il campo e per l’illuminazione e lei sa benissimo che i soldi non si fanno con gli spettatori, ma con i diritti TV che ci sono anche in Semipro. La crisi degli spettatori c’è in tutti gli stadi italiani.

RSS feed for comments on this post.

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564