--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Un anno e mezzo alla coppia di moldavi sorpresi a rubare in un deposito a dicembre

Razziano pneumatici per oltre 90mila euro, condannati

Condividi la notizia:

Viterbo - Tribunale

Viterbo – Tribunale

Vetralla – Coppia di ladri tenta di rubare oltre 500 gomme, per un valore di oltre 90mila euro. Sono stati condannati a un anno e mezzo ciascuno, con lo sconto di un terzo della pena previsto dal rito abbreviato. Si è concluso così il processo per direttissima ai due moldavi arrestati dai carabinieri per furto aggravato e ricettazione la notte tra il 9 e il 10 dicembre. A far lievitare il valore del bottino, il fatto che centocinquanta pneumatici fossero per auto di grossa cilindrata. 

Sull’identità dei ladri si è creato un giallo. Il processo, infatti, si è allungato perché entrambi risultavano registrati due volte ciascuno sulla banca dati Afis, con gli stessi estremi anagrafici, ma nati in un caso in Romania e nell’altro in Moldavia. Una volta incensurati e l’altra con la fedina penale sporca. Solo ieri si è chiarito che non si tratta di un pur incredibile caso di omonimia, ma delle stesse persone. 

In azione i carabinieri della compagnia di Viterbo e Ronciglione. A Capranica i militari della stazione, durante un posto di controllo, hanno intimato l’alt a un furgone, poi risultato rubato nella provincia di Terni. Alla vista dei carabinieri, il conducente ha bloccato il mezzo per strada e si è dato alla fuga a piedi nelle campagne limitrofe. Da un primo controllo, è stato accertato che il carico del furgone consistesse in un grosso quantitativo di gomme invernali per auto di grossa cilindrata (circa 150). I militari, a tal punto, hanno subito avvertito la stazione di Vetralla, in cui si trova un grande magazzino di vendita pneumatici e con il proprietario sono andati nella struttura.

All’interno hanno beccato i ladri intenti a caricare un secondo furgone, anch’esso rubato. Inizialmente, i due uomini hanno tentato la fuga, ma subito sono stati bloccati e arrestati. Nella circostanza, i carabinieri hanno recuperato circa 400 gomme. I due uomini, di 37 e 41 anni, sono stati arrestati per furto aggravato e ricettazione dei due furgoni.Tutta la refurtiva recuperata è stata restituita al proprietario del deposito di gomme di Vetralla, mentre i due furgoni sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Hanno rischiato una condanna più pesante. Ma la coppia si è dimostrata collaborativa e ha chiesto scusa davanti al giudice. “Chiediamo scusa per quello che abbiamo fatto”, hanno detto in un italiano incerto. “Sono stati assoldati per un lavoro materiale, sono due malcapitati, non sapevano nemmeno di andare a rubare”, ha sottolineato l’avvocato Fabio Spaziani, del foro di Roma, che li difende con il collega Giuseppe Pierdomenico del foro di Viterbo. “Uno vive stabilmente in Italia e ha una figlia che va al liceo, l’altro ha un bimbo piccolo. La loro capacità criminale è minima”, ha aggiunto Spaziani, chiedendo la revoca delle misure per entrambi. Uno è sottoposto all’obbligo di firma, l’altro è recluso a Mammagialla. Il pm Fabrizio Tucci ha dato parere favorevole agli arresti domiciliari. Il giudice si è riservato.


Condividi la notizia:
3 marzo, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR