__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Femminicidio-suicidio a Orte - Il vescovo Rossi ai funerali di Silvia Tabacchi, la 28enne uccisa dall'ex fidanzato - I genitori: "Le offerte devolute alle associazioni contro la violenza sulle donne"

“Uccisa per aver amato”

Femminicidio-suicidio a Orte - Silvia Tabacchi

Femminicidio-suicidio a Orte – Silvia Tabacchi

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello - La madre Beatrice e il padre Antonio

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello – La madre Beatrice e il padre Antonio

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello

Femminicidio-suicidio a Orte - I fiori sulla piazzola del dramma

Femminicidio-suicidio a Orte – I fiori sulla piazzola del dramma

Femminicidio-suicidio a Orte - I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello - Bandiere a mezz'asta in segno di lutto

Femminicidio-suicidio a Orte – I funerali di Silvia Tabacchi a Vasanello – Bandiere a mezz’asta in segno di lutto

Vasanello – In tanti, tantissimi. Fuori e dentro la chiesa di santa Maria assunta per l’addio a Silvia Tabacchi, la 28enne di Vasanello prematuramente strappata alla vita dal suo primo amore. Quell’ex fidanzato Francesco Marigliani che non si era rassegnato alla fine della loro relazione.

MultimediaL’addio a Silvia Tabacchi – slide – video

Davanti al feretro, ricoperto di rose bianche, parenti, amici e conoscenti si abbracciano silenziosamente. I loro occhi sono gonfi e pieni di lacrime. Lacrime inconsolabili, testimoni di un cuore straziato.

In prima fila ci sono la mamma Beatrice, papà Antonio, il fratello Fernando, gli zii e i cugini sono dilaniati dal dolore. Poi il sindaco di Vasanello Antonio Porri: in paese è lutto cittadino.

A celebrare il rito il vescovo di Civita Castellana Romano Rossi, affiancato da don Enzo Prato, il parroco di Vasanello che aveva battezzato Silvia. “E’ stata una settimana di buio e angoscia – dice il vescovo prima dell’inizio del rito -. Si è fatto buio quel venerdì pomeriggio. Siamo tutti legati a Silvia, a quest’angelo. E oggi, accompagnati anche da questo sole, senza voglia di dimenticare, dobbiamo sentire il desiderio di volare. Anche se appesantiti e feriti dobbiamo volare, in sintonia con Silvia. E’ faticoso, ma in questo momento nei cuori di tutti c’è il desiderio di avvicinarsi a lei e condividere il suo eterno presente. Trasformiamo questa bara in una culla e questo baratro in una pista, sarebbe il modo più grande non per salutare Silvia ma per accompagnarla nel suo ultimo volo”.

Nell’omelia, al termine della lettura del Vangelo, il vescovo Rossi ha ricordato Silvia come “un agnello ucciso per aver amato troppo”.
 
“La notizia della sua morte è stata una stilettata alla coscienza e al cuore di tutti noi. E tutti ci siamo stretti in un abbraccio alla sua famiglia. Abbiamo provato dolore, dolore e ancora dolore. Abbiamo pianto e dovevamo farlo – sottolineane il vescovo -. In questi giorni ci siamo riempiti di domande. Retoriche ma giuste, di cui già sappiamo la risposta. Silvia dove è? Silvia che fa? Chi ama davvero queste domande se le pone.
 
Le amiche hanno perso un fedele punto di riferimento, per non dire cosa ha perso la famiglia. Silvia si stava facendo strada nel mondo della vita, ma i suoi sogni sono stati stroncati. Valeva la pena vivesse? Sì, perché è stato un dono di grande valore. E’ stata un agnello, che ha pagato per aver amato”.
 
Il vescovo Rossi si rivolge poi agli amici di Silvia. “Continuate a vivere, cercando di scoprire perché la vita è bella, cosa le dà valore. Non abbiate paura, perché Silvia non è gelosa della vostra vita. Da grembo di un intero popolo, non più della madre, Silvia ha preso il volo. Ora ad aspettarla non ci sono più le braccia di papà Antonio ma quelle del padre supremo: Dio”.

Dalle 9,30 di questa mattina nella chiesa di piazza della Repubblica, la stessa in cui martedì si è svolta una veglia in memoria della 28enne, la camera ardente. E in tanti hanno salutato Silvia e pregato a fianco alla sua famiglia. “I soldi delle offerte raccolte durante la cerimonia – dicono i genitori della ragazza – saranno devoluti alle associazioni contro la violenza sulle donne”.

Venerdì scorso Silvia è stata trovata cadavere insieme all’ex fidanzato di Amelia nella sua auto, parcheggiata in una piazzola della strada che da Orte va a Vasanello. Doveva essere solo il loro ultimo incontro per chiudere definitivamente il rapporto. L’ultimo appuntamento di due 28enni che si erano lasciati da pochi mesi, dopo un’adolescenza passata insieme.

Francesco invece, arrivato poco prima delle 16 in sella alla sua Kawasaki Ninja nera, è salito nell’auto di Silvia, ha impugnato la pistola e le ha sparato. Un colpo alla testa. Mortale. Poi si è puntato la calibro 9 contro, prima all’addome e poi alla tempia, e si è tolto la vita. Mentre Silvia era riuscita a voltar pagina con un nuovo fidanzato, lui non si era ancora rassegnato alla fine della loro relazione.


23 marzo, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564