--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Inchiesta Vox Populi - Annullata dalla cassazione l'ordinanza "copia-incolla" del gip di Roma

Appaltopoli, libero anche il funzionario regionale

Operazione Vox Populi - La forestale al comune di Acquapendente

Operazione Vox Populi – La forestale al comune di Acquapendente

Operazione Vox Populi - Un commissario capo in forza al comando provinciale di Viterbo con un assistente capo della stazione locale di Acquapendente

Operazione Vox Populi – Un commissario capo in forza al comando provinciale di Viterbo con un assistente capo della stazione locale di Acquapendente

Acquapendente – Vox Popoli, revocati dalla cassazione i domiciliari a Giorgio Maggi. E’ il funzionario regionale 46enne arrestato il 17 ottobre con gli imprenditori Fabrizio Galli e Marco Bonamici e i tecnici comunali di Acquapendente, Ferrero Friggi e Vincenzo Palumbo. La cassazione, con l’occasione, ha annullato senza rinvio l’ordinanza del gip di Roma, che era stata confermata dal Riesame. Bocciata perché frutto di un copia-incolla.

Maggi, Galli, Bonamici, Friggi e Palumbo sono tutti accusati, a vario titolo, di corruzione, turbativa d’asta e rivelazione di segreto d’ufficio, nell’ambito dell’assegnazione di appalti pubblici e autorizzazioni nel territorio acquesiano. 

Per i quattro indagati dell’Alta Tuscia la liberazione è arrivata a tre mesi dagli arresti, con la prima udienza del processo, in corso da gennaio col rito immediato presso il tribunale di Viterbo. Maggi invece è rimasto ai domiciliari per oltre quattro mesi, fino all’inizio di marzo.

Per il funzionario regionale, difeso da Luigi Antonio Paolo Panella, la competenza è del tribunale di Roma, essendo stato commesso il presunto episodio di corruzione nella capitale. Il tribunale di Roma aveva confermato il provvedimento del gip di Viterbo il 27 ottobre. Adesso la cassazione ha bocciato l’ordinanza considerandola un copia-incolla. Nello specifico, Maggi ha chiesto l’annullamento dell’ordinanza del tribunale capitolino in quanto frutto di “una pedissequa riproduzione del contenuto dell’ordinanza del gip del tribunale di Viterbo dichiaratosi incompetente”.

Il 46enne, dirigente dell’area difesa del suolo e bonifiche della Regione Lazio, è accusato di corruzione per avere quale pubblico ufficiale, in concorso con un altro funzionario, “accettato la promessa o la consegna di denaro o altre utilità dall’imprenditore Fabrizio Galli, titolare della Damis s.r.l., per compiere o per aver compiuto atti contrari ai doveri d’ufficio in relazione all’esecuzione di lavori di messa in sicurezza della scarpata sovrastante il liceo scientifico di Acquapendente, in quanto affidati in via diretta, ricorrendo artatamente ed illegittimamente alla procedura di somma urgenza, in assenza dei presupposti di legge ed in violazione delle regole di trasparenza, rotazione e parità di trattamento, fatti commessi tra il mese di giugno 2014 ed il 21 luglio 2015″.


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.

5 aprile, 2017

Appalti truccati ad Acquapendente ... Gli articoli

  1. Appalti truccati, l'ex sindaco di Acquapendente rischia il processo
  2. Appalti truccati, imprenditori e tecnici non dovevano essere arrestati
  3. Appalti truccati, Riesame bis contro gli arresti domiciliari
  4. "Spero in un futuro dove merito e legalità prevalgano su arroganza e vessazione"
  5. Annullati i domiciliari a Friggi
  6. Appalti truccati, arresti bocciati dalla Cassazione
  7. L'ex sindaco e quella tangente "a fine di bene"...
  8. Appalti truccati, avviso di fine indagine per l’ex sindaco Bambini
  9. "Gioacchini solo come persona fisica non è parte civile"
  10. Revocati i domiciliari a imprenditori e funzionari
  11. Appalti truccati, comune e due aziende parti civili
  12. Appalti truccati, "Vox Populi" in tribunale
  13. "Compresso il diritto di difesa, questo è un accanimento assurdo"
  14. Il Riesame: "Friggi, ok all'accusa di corruzione"
  15. "Nessun rito alternativo, tutti a processo"
  16. "Appalti truccati, Palumbo provato ma sereno"
  17. Appalti truccati, si attende la decisione del Riesame
  18. "Giudizio immediato? Nemmeno fosse un omicidio"
  19. Appalti truccati, sarà giudizio immediato
  20. "Quei domiciliari sono solo punitivi"
  21. Appalti truccati, anche Maggi resta ai domiciliari
  22. I pm: Mettete Galli in carcere
  23. Appalti truccati, i pm chiedono il carcere
  24. Appalti truccati, il bis di Galli al Riesame
  25. "L'ordinanza d'arresto per Maggi? Un copia e incolla"
  26. "Un accanimento incomprensibile"
  27. Appalti truccati, il Riesame conferma i domiciliari
  28. "C'è un feeling tra Galli e il comune..."
  29. Il funzionario regionale Maggi davanti al Riesame
  30. Appalti truccati, il Riesame prende tempo
  31. Appalti truccati, è il giorno del Riesame
  32. "Quel maiale m'ha fatto uno sgarbo..."
  33. Appalti truccati, giovedì l'udienza al Riesame
  34. "Andremo a fondo sulle intercettazioni sessuali..."
  35. "Se quello te dà il lavoro daje l'8%"
  36. Corruzione, indagato l'ex sindaco Bambini
  37. Galli: Troppi appalti per me...
  38. "Lavori di somma urgenza a iosa"
  39. "Spero che ti vada tutto per le medicine..."
  40. "L'ex sindaco Bambini complice..."
  41. Un collaudato sistema criminale
  42. "40 posti di lavoro in pericolo..."
  43. Appalti truccati, confermati i domiciliari
  44. Appalti truccati, si setacciano le intercettazioni
  45. In quattro già indagati in altre inchieste
  46. Appalti truccati, arrestati 2 imprenditori e 3 funzionari
  47. Turbativa d'asta e corruzione, cinque arresti

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564