- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Alcuni cani aspettano i padroni fuori dal centro storico [4]

Alcuni cani aspettano i padroni fuori dal centro storico

Un cane colto sul fatto mentre sporca il centro storico [5]

Un cane colto sul fatto mentre sporca il centro storico

Un pastore tedesco legato a un gancio col guinzaglio [6]

Un pastore tedesco legato a un gancio col guinzaglio

Un pastore tedesco pericoloso che non può entrare in centro [7]

Un pastore tedesco pericoloso che non può entrare in centro

 

Viterbo - Un cartello di protesta contro i proprietari di cani [8]

Viterbo – Un cartello di protesta contro i proprietari di cani

 

Le cacche di piccione a palazzo dei Priori [9]

Viterbo – Le cacche di piccione a palazzo dei Priori

 

Viterbo - I piccioni al teatro Uniuone [10]

Viterbo – I piccioni al teatro Unione

Viterbo – Centri storici off limits per cani, gatti e piccioni. 

Nei centri storici non sarà più possibile portare i cani al guinzaglio né far circolare i gatti. Lo ha deciso l’amministrazione dopo un iter a dir poco travagliato, che ha visto l’opposizione della associazioni animaliste.

Il provvedimento, già preso in passato da comuni come Treviso qualche anno fa e simile a quello di Pisa, è dovuto al fatto che molti padroni non sono rispettosi dell’igiene pubblica che obbliga alla raccolta degli escrementi degli animali.

Soprattutto gli abitanti e gli esercizi commerciali dei centri storici lamentavano lo stato in cui venivano lasciate le strade dopo il passaggio di cani e gatti. Con deiezione e pisciate varie.

Salate le multe per chi trasgredisce. Si va da un minimo di 51 euro a 516,45 euro. L’ammontare varia in base alla mole dell’animale, ai danni che possono essere fatti e all’area interessata. 

I turisti potranno lasciare i cani al seguito in apposite postazioni con anelli a cui agganciare il guinzaglio e proseguire nella visita.

Intanto è in arrivo anche un provvedimento drastico per liberare i centri storici dai piccioni. Le ipotesi per eliminare questa fastidiosa e nociva presenza sono diverse. Si pensa a veleni che uccidono gli animali per soffocamento o all’uso di rapaci.

In ballo è non solo la salute pubblica, i piccioni portano malattie e parassiti come le zecche, ma anche i danni fatti dal guano su monumenti e opere d’arte. 

In questo caso le multe saranno previste per chi dà da mangiare ai piccioni.

I piccioni sono portatori di una sessantina di malattie, alcune contagiose per l’uomo e per gli animali domestici. Gli agenti patogeni si trovano negli escrementi.

Queste le malattie più comuni e pericolose: Salmonellosi, Criptococcosi, Istoplasmosi, Ornitosi, Aspergillosi, Candidosi, Clamidosi, Coccidiosi, Encefalite, Tubercolosi…

Insomma finalmente si fa pulizia. Affinché il centro storico torni a essere praticabile e decente.


Ebbene sì, è solo un pesce d’aprile! State tranquilli nessuno tocca i vostri “pelosetti”! Buon pesce d’aprile a tutti! 

Ora potete anche leggere tutti i commenti!

Gli storici pesci d’aprile di Tusciaweb: Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni [11] 1 aprile 2017- Arriva il black watermelon [12] – Ascensori in funzione entro due mesi [13] 1 aprile 2016– Pichardo: “Tomba Alessandro IV, pronto a collaborare con gli svedesi” [14] – Ritrovati i resti di papa Alessandro IV [15]  1 aprile 2015 – “Chi siete? Quanti siete? Un fiorino!” [16] –  Centro storico, due euro ad auto per entrare dentro le mura [17] 1 aprile 2014 – Il papa emerito Benedetto XVI a Viterbo, ok del Vaticano [18] 1 aprile 2013 – Benigni a Viterbo per salvare l’Arcionello [19] 1 aprile 2012 – Belen cittadina onoraria di Viterbo [20] 1 aprile 2011 – Fioroni passa all’Udc [21] 1 aprile 2010 – Obama il tre settembre a Viterbo [22] 1 aprile 2009

– I migliori pesci d’aprile di sempre [23]


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]