Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Bengasi Battisti, presidente dell'associazione nazionale comuni virtuosi, difende le azioni delle organizzazioni umanitarie

“Accuse infondate per le ong impegnate in mare”

Condividi la notizia:

Organizzazioni umanitarie

Organizzazioni umanitarie

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – I diritti inalienabili vanno affermati nei luoghi di lavoro, di cura, di istruzione e oltre ogni confine perché essi risiedono “nella casa comune della giustizia”.

Sono tante le organizzazioni umanitarie non governative che con azioni concrete, indipendenti, neutrali, imparziali e gratuite garantiscono i diritti inalienabili in molte e difficili parti del mondo.

Molti volontari, sostenuti da forti motivazioni, ogni giorno si muovono verso i luoghi delle violazioni al diritto umanitario per contribuire all’affermazione della dignità umana a prescindere da provenienze, da religioni, da etnie o da appartenenze politiche.

Azioni concrete sostenute, come nel caso di Medici senza Frontiere, da donazione private che permettono di realizzare quell’aiuto a casa loro, da molti richiesto come soluzione all’esodo di migliaia di donne e uomini disperati, torturati e afflitti da guerre, persecuzioni e povertà.

Sono testimone di quell’aiuto a casa loro, e di quelle sofferenze che costringono gli esseri umani a lasciare la loro terra e, anche, per questo mi trovo, naturalmente, dalla parte di coloro che stendono le braccia per sollevare chi affoga perché si aiuta ovunque un essere umano necessita del nostro sostegno.

Quelle stesse ong e quei volontari che sfidano l’impossibile per garantire presidi di giustizia nei luoghi di guerra, di fame e di violenza, aiutano anche “a casa nostra” per strappare da morte sicure, in mare, centinaia di essere umani e arrestare quel massacro di cui anche istituzione e politica sono responsabili.

Le ingiuste, e finora infondate, accuse verso le ong impegnate in mare alimentano le intolleranze e soprattutto colpiscono il diritto umanitario.

Le opinabili affermazioni di una politica mediocre hanno la grande responsabilità di compromettere quel desiderio di giustizia sostenuto dalle tante sensibilità diffuse e necessario per una umanità fondata sulla pace e sull’accoglienza.

Bengasi Battisti
Presidente associazione nazionale comuni virtuosi


Condividi la notizia:
30 aprile, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR