Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Orte - Adesione volontaria e senza retribuzione - Sottoscritto protocollo d'intesa tra comune e società che gestisce un centro di accoglienza

Lavori socialmente utili per i migranti

Orte - Un volontario si prende cura delle aiuole

Orte – Un volontario si prende cura delle aiuole

image-20-04-17-03-12-2

Orte - Dei volontari si prendono cura delle aiuole

Orte – Dei volontari si prendono cura delle aiuole

Orte – Riceviamo e pubblichiamo – L’amministrazione comunale del comune di Orte, nella persona del sindaco Angelo Giuliani, ha sottoscritto un Protocollo d’intesa con la società Di Mari Bruno srl, che gestisce il centro d’accoglienza “Hotel Carpe Diem”, con l’espressa finalità di  porre in essere azioni concrete per l’integrazione sociale dei migranti nell’ambito della comunità ortana e prevenire eventuali tensioni o fenomeni di intolleranza.

L’amministrazione comunale si è impegnata quindi, tramite la consigliera delegata ai servizi sociali Maccaglia, a coinvolgere i migranti, ospitati nella struttura di accoglienza temporanea, in lavori socialmente utili con adesione totalmente volontaria e senza alcuna retribuzione da parte del comune di Orte.

Pertanto, coloro che decideranno di aderire volontariamente al progetto, si occuperanno della cura del verde pubblico e di alcuni spazi verdi di proprietà pubblica come le aiuole lungo le strade, i giardini pubblici, il cimitero; svolgeranno piccola manutenzione del patrimonio comunale e partecipazione ad attività di promozione culturale patrocinate dall’ente a favore dell’integrazione sociale e dell’accoglienza.

In questi giorni, due gruppi di tre persone hanno scelto di intervenire in opere di piccola manutenzione presso i giardini ubicati nel centro storico di Orte e ai giardini della stazione ad Orte Scalo.

I ragazzi che partecipano alle attività previste nel protocollo d’intesa, si sono impegnati a rendere tali  prestazioni, che si ripete sono occasionali, volontarie e gratuite secondo le indicazioni date in questo momento dall’assessore all’ambiente e decoro urbano e saranno presenti in alcune ore della giornata, nei giardini pubblici di Orte e Orte Scalo, Le Grazie, Petignano, loc. Caldare, zona impianti sportivi, per operare nella piccola manutenzione e rendere un’utilità alla comunità ortana.

Insieme a loro sarà presente un tutor e personale del vomune di Orte che coordineranno l’iniziativa per garantire un corretto svolgimento dell’attività. 

É anche questo un modo per governare un fenomeno nazionale che non possiamo far finta che non esista e nel  disciplinarlo garantiamo una maggiore sicurezza pubblica.

Ciò che inizia in questi giorni  ad Orte, come è già accaduto in altri comuni d’Italia,  è un esempio di un progetto positivo e virtuoso; vogliamo dare sia ai cittadini che agli immigrati le risposte che ogni Paese civile richiede: è nostro dovere assisterli e nel contempo integrarli, dicendo alla comunità che l’immigrato vuole rendersi utile alla nostra città. 

Ida Mariastella Fuselli
Assessore Ambiente, Decoro urbano, Pubblica istruzione

20 aprile, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564