--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Cultura - Il 28 aprile dalle 20 la festa a base di porchetta di Caffeina al giardino del circolo in via dei Pellegrini per raccogliere fondi per la riapertura del teatro San Leonardo

E che “Pork party” sia!

Condividi la notizia:

Pork party di Caffeina

Pork party di Caffeina

 
Gran gala di Caffeina - Amanda Bonini, compagna di Pino Daniele

Gran gala di Caffeina – Amanda Bonini, compagna di Pino Daniele

Gran gala di Caffeina - Sheila Grazini con la maglia di Immobile

Gran gala di Caffeina – Sheila Grazini con la maglia di Immobile

Gran gala di Caffeina - Filippo Rossi

Gran gala di Caffeina – Filippo Rossi

 

Filippo Rossi e Andrea Baffo al teatro San Leonardo

Filippo Rossi e Andrea Baffo al teatro San Leonardo

Viterbo – (p.p.) – L’odore di porchetta inizia a sentirsi in centro. Caffeina sta ultimando i dettagli del “Pork party – Porchetta&music” più discusso dell’anno. La festa organizzata il 28 aprile nel giardino del circolo cittadino di via dei Pellegrini – sede della Fondazione – a partire dalle 20 a tarda notte.

Una raccolta fondi con lo scopo di riaprire il teatro San Leonardo, un luogo storico della città che, per Caffeina, deve tornare a essere un centro pulsante di cultura e non solo.

Spettacoli, convegni, mostre, corsi di recitazione e lettura. Ma anche un posto accogliente per prendere un caffè, scambiare quattro chiacchiere e divagarsi alla fine di una pesante giornata di lavoro. Così lo hanno concepito e in questo modo vogliono vederlo realizzato.

L’appuntamento è quindi per venerdì sera. Porchetta nel menù della ma non mancheranno contorni (asparagi olio e limone, cavolfiore maionese e uvetta, broccoletti saltati, finocchi arancia e olive taggiasche, patate aglio e prezzemolo), formaggi (Poggio Volparo alle noci, Costabella, Ricottina Gran Duchessa, Hercle al vino rosso, Cretoso al pepe, Giglio di Castro, Erborichino, Casal del melograno), bruschette con olio extravergine di oliva di Bolsena e i dolci cannoli siciliani. Tutto accompagnato da birra e vino.

Prodotti messi a disposizione dalle aziende del territorio (Birra Free Lions Beer – Porchetta fratelli Stefanoni Porchetta – olio dell’azienda agricola Battaglini – formaggi fratelli Pira Agriristoro Radichino – verdure Azienda Agricola Danilo Camilli – pane del Fornaio Panificio Parea – dolci della Cannoleria Siciliana dolci, Vigne del Patrimonio e Tenuta Casciani).

Il biglietto è di 15 euro (menù bambini 6 euro – cotoletta e patatine).

In sottofondo, poi, fino alle 23,30, ci sarà la musica di Roxanne and the Red Ties e, a seguire, il dj Set Panzer – Filippo Costantini.

“In tantissimi ci stanno contattando per la serata – dice il presidente della fondazione Caffeina Andrea Baffo -. Ci aspettiamo davvero una larga partecipazione, perché vuol dire che il nostro messaggio sta arrivando. Rispetto alla scorsa cena di pesce, stavolta, il target è più ampio per far sì che chiunque possa raggiungerci e trascorrere la serata con noi. E’ la logica della festa. In concomitanza poi c’è anche San Pellegrino in fiore, per cui ci immaginiamo tanta vivacità in città”.

I sopralluoghi al teatro continuano. “Ne abbiamo fatto uno lunedì mattina – continua Baffo -. E’ stato complesso e completo e ha riguardato gli impianti elettrici, termoidraulici e l’aspetto prettamente strutturale. Con me, c’era l’architetto Carlo Marini, che è il progettista, e insieme abbiamo ragionato sugli spazi e gli arredi che devono andare a costruire l’identità del teatro. Lo immaginiamo come un luogo aperto tutti i giorni e non solo per gli spettacoli.

Un posto in cui prendersi un caffè, leggere un libro dalla biblioteca, seguire conferenze e fare corsi di recitazione o lettura. Sarà anche uno spazio espositivo e un teatro per bambini. Un luogo da vivere e un polmone culturale e di aggregazione sociale. Si deve avere il piacere di andarci per cui il calore e l’accoglienza ci guideranno nel realizzarlo, oltre, naturalmente, alla funzionalità. Siamo fiduciosi e anche soddisfatti per la risposta ultra positiva che abbiamo avuto. Un risultato – conclude Baffo – che passa anche per la porchetta”. 


Per info e prenotazioni apriamoilteatro@caffeinacultura.it

 


Condividi la notizia:
26 aprile, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR