Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vignanello - Al via la conferenza sabato 22 aprile alle 9,30 nella sala consiliare del comune

Sostenibilità ambientale e sociale, la sfida della nocciola per il viterbese”

Vignanello

Vignanello

Vignanello – Riceviamo e pubblichiamo – Il Bio – distretto della Via Amerina e delle Forre e i comuni aderenti (Civita Castellana, Nepi, Corchiano, Faleria, Castel Sant’Elia, Calcata, Vasanello, Orte, Gallese, Fabbrica di Roma, Vallerano, Vignanello e Canepina) e l’Associazione Italiana Agricoltura Biologica – Aiab Lazio organizzano una conferenza sabato 22 aprile 2017 presso la sala consiliare del comune di Vignanello per affrontare tutti gli aspetti del ciclo della nocciola, partendo dalle problematiche produttive a quelle economiche, ai problemi della salute dell’ambiente a quelli che riguardano più direttamente la salute dei produttori agricoli e dei cittadini.

Al via la conferenza sabato 22 aprile alle 9,30 nella sala consiliare del comune.

La conferenza, che coinvolgerà molti degli attori qualificati del ciclo produttivo della nocciola provenienti dal Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (Dafne) dell’Università degli Studi della Tuscia, amministratori, associazioni, aziende che producono e trasformano la nocciola e organizzazioni professionali del mondo agricolo, si inserisce in un contesto dove la cultura del nocciolo sta vivendo una congiuntura economica favorevole, spinta soprattutto dall’industria di trasformazione, e che sta causando la conversione di nuove migliaia di ettari di terreno alla coltivazione della nocciola e che interessa particolarmente l’area pertinente il distretto biologico.

Nella prima parte della conferenza verranno presentate le problematiche che incidono sulla salute e sull’ambiente della coltivazione convenzionale delle nocciole, che si basa sull’uso di fitofarmaci e fertilizzanti chimici e le possibili soluzioni produttive e le prospettive di mercato e delle filiere.

A conclusione dell’incontro sarà presentato e discusso un piano d’azione proposto dal Bio – distretto della Via Amerina e delle Forre volto allo sviluppo e al rilancio di una coricultura efficiente, economicamente sostenibile e rispettosa della popolazione e dell’ambiente.

Associazione italiana agricoltura biologica Laizo

19 aprile, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564