--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni - Rimettete il guinzaglio agli amici a quattro zampe, era solo il pesce d'aprile di Tusciaweb - L'assessore Ricci racconta: "Ci ho creduto per qualche minuto..."

State tranquilli, nessuno tocca i vostri “pelosetti”…

Condividi la notizia:

 

Alcuni cani aspettano i padroni fuori dal centro storico

Alcuni cani aspettano i padroni fuori dal centro storico

Il pesce d'aprile del Daily Mail

Il pesce d’aprile del Daily Mail

Il pesce d'aprile del Daily Mail

Il pesce d’aprile del Daily Mail

Viterbo – Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni? Macché, era solo il pesce d’aprile di Tusciaweb!

Viterbesi rimettete il guinzaglio ai vostri amici a quattro zampe e state tranquilli… nessuno tocca i vostri “pelosetti”.

Come tutti gli anni la redazione di Tusciaweb ha voluto scherzare con i propri lettori, rinnovando una tradizione secolare che coinvolge tutti i giornali del mondo, a partire da quelli anglosassoni. E in molti hanno abboccato.

Centinaia i commenti alla notizia-bufala (ovviamente quelli che svelavano lo scherzo sono stati prima cestinati e poi pubblicati nel pomeriggio). Oltre mille e 900 le condivisioni su Facebook. Oltre 15mila i lettori sul giornale, oltre 100mila quelli raggiunti su Facebook. E’ il pesce d’aprile di Tusciaweb che ha fatto più ‘furore’ di tutti, superando anche quello che prevedeva la chiusura del centro storico alle auto: si poteva entrare solo pagando due euro a veicolo.

Ieri sul web e non solo, non si è parlato d’altro che del centro storico off limits per cani, gatti e piccioni. Dalle prime ore del mattino i viterbesi si sono sbizzarriti nel commentare la fake news, prendendosela soprattutto con l’amministrazione comunale che, almeno per questa volta, non c’entrava davvero nulla. “I nostri politicanti – scrive Loretta – si occupassero dell’immondizia che ci soffoca, delle strade che sono un colabrodo!!!”.

Paola ‘propone’ di “mettere negli anelli appositi per legare i cani, l’assessore e tutta la giunta che ha approvato!!!”. Un’altra Paola la butta sul piano culturale ed economico: “E’ una decisione, questa, che denota arretratezza e forse interesse ad acchiappare soldi con le multe”. Maria Pia invece vieterebbe “l’ingresso a chi ha fatto questa delibera!”.

Ad abboccare allo scherzo anche l’assessore Alvaro Ricci. “Ci ho creduto per qualche minuto – racconta Ricci -, prima di capire che era il pesce d’aprile di Tusciaweb. Sono rimasto a bocca aperta e mi sono anche chiesto perché non mi avessero informato del provvedimento. Una bufala ben confezionata, a pochi mesi di distanza dallo studio che l’amministrazione aveva affidato per risolvere il ‘problema’ dei piccioni nel centro storico. Quando mi sono reso conto che era tutto uno scherzo ho retto il gioco con amici e conoscenti. Ho incontrato cittadini che hanno definito il provvedimento severo ma giusto, soprattutto per quando riguardava la questione dei piccioni. Oppure chi apprezzava la differenza di multa in base alla mole dell’animale”.


Lo storico pesce d’aprile della Bbc – I pinguini volanti 


Qualcuno, contattando la redazione, si è anche complimentato con l’assessora Luisa Ciambella, ringraziandola e definendo “meraviglioso” il provvedimento. Scherzi a parte, “Ciccio Portalapizza” si è chiesto: “Ma Filippo Rossi può entrare comunque al centro storico, oppure esiste qualche normativa che ci tutela?”. Un ottimo interrogativo, da approfondire…

Non solo Tusciaweb. Sono stati tantissimi i giornali del mondo che hanno rinnovato la tradizione. Come il quotidiano britannico Daily Mail, che nella sua versione cartacea e con foto ‘esclusive’, ha documentano il matrimonio a Las Vegas tra il principe Harry e la sua nuova fiamma, l’attrice americana Meghan Markle. Una cerimonia da appena 300 dollari che, ovviamente, non è mai avvenuta, ma è stata ricostruita grazie a un sosia del principe.


Gli storici pesci d’aprile di Tusciaweb: Centro storico vietato a cani, gatti e piccioni 1 aprile 2017- Arriva il black watermelon – Ascensori in funzione entro due mesi 1 aprile 2016– Pichardo: “Tomba Alessandro IV, pronto a collaborare con gli svedesi” – Ritrovati i resti di papa Alessandro IV  1 aprile 2015 – “Chi siete? Quanti siete? Un fiorino!” –  Centro storico, due euro ad auto per entrare dentro le mura 1 aprile 2014 – Il papa emerito Benedetto XVI a Viterbo, ok del Vaticano 1 aprile 2013 – Benigni a Viterbo per salvare l’Arcionello 1 aprile 2012 – Belen cittadina onoraria di Viterbo 1 aprile 2011 – Fioroni passa all’Udc 1 aprile 2010 – Obama il tre settembre a Viterbo 1 aprile 2009

– I migliori pesci d’aprile di sempre


Condividi la notizia:
2 aprile, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR