--

--

Ezio-mauro560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - All'auditorium di Civita Castellana la manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Educare con il judo, se ne è parlato in un convegno

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Sport - La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport – La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport - La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport – La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport - La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport – La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport - La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Sport – La manifestazione organizzata dalla Yama Arashi Gp

Civita Castellana – Venerdì 26 maggio all’interno della cornice dell’auditorium dell’istituto paritario scuola suore Francescane, si è svolto un evento sportivo che ha coinvolto l’istruzione e lo sport.

La Asd Yama Arashi Gp, da oltre 5 anni opera su tutto il territorio viterbese in sinergia con gli istituti scolastici per promuovere lo sport fra i banchi di scuola attraverso il modello educativo del judo, con nozioni di anti-bullismo a cura dello psicologo, judoka dell’associazione, Argo Penovi.

La Federazione italiana judo lotta karate arti marziali, attraverso la società sportiva affiliata Asd Yama Arashi Gp, ha da tempo stabilito un rapporto di fattiva collaborazione con il mondo della scuola, in primis l’istituto paritario scuola suore francescane che ha visto l’esordio, poi L’Iis Ulderico Midossi, la scuola media statale Dante Alighieri e Carlo Urbani di Corchiano, presenti all’evento.

Tale rapporto è basato sulla consapevolezza che lo sport è un efficace mezzo educativo se basato sulla condivisione degli obiettivi posti dai programmi ministeriali per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

L’evento è stato coronato dalla presenza della maggiore Anna Patrono dell’arma dei carabinieri, del dirigente scolastico Franco Chericoni, della dirigente scolastica Angela De Angelis, della direttrice didattica Suor Marilieta Biazzi, del delegato Coni Viterbo Renzo Lucarini e dell’assessore allo sport del comune di Civita Castellana Remo Zezza, che hanno pubblicamente elogiato l’operato all’interno delle scuole del maestro Giuseppe Pistola, tecnico federale quinto dan e della referente del progetto, nonché coadiuvatrice, Maila Pistola.

Il judo, attraverso il suo percorso educativo e formativo elaborato in termini progettuali, secondo linee guida indicate dai progetti corpo, movimento, prestazione ed educazione motoria di base, recepisce anche le più recenti acquisizioni delle neuroscienze cognitive e della psicopedagogia.

Ciò ha consentito ai ragazzi in “età scolare” di sviluppare capacità neuro-cognitivo-motorie molto evolute e polivalenti, con approfondimenti specifici, ove richiesto, compatibili con le fasi sensibili dell’età evolutiva.

Il judo già presente nelle forme previste dalla normativa in vigore nella scuola e nei giochi sportivi studenteschi, appartiene all’area degli sport situazionali, caratterizzati da attività neuro-cognitivo-motoria particolarmente efficace per lo sviluppo di una serie di funzioni di fondamentale importanza per lo sviluppo dell’individuo in età evolutiva.

Infatti, si tratta di una disciplina che sotto il profilo antropologico ha segnato il percorso evolutivo dell’umanità. Con la nascita delle Olimpiadi moderne, attraverso i meccanismi della ritualizzazione e dell’inclusione nella dimensione ludico-sportiva il judo ha conosciuto una grande diffusione nel continente europeo, grazie soprattutto ai grandi benefici psico-fisici che porta ai praticanti.

29 maggio, 2017

    • Altri articoli

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR