Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Processo Cev - Gara per l'illuminazione pubblica - In aula un ex dipendente della società partecipata, testimone della difesa

“Il presidente Moretti non si è mai interessato all’appalto”

Attilio Moretti

Attilio Moretti

Il processo Cev

Il processo Cev

Viterbo – “Pubblica illuminazione, il presidente non si è mai interessato agli appalti”. C’è un ex dipendente del Cev seduto al banco dei testimoni nel processo per il fallimento della società partecipata viterbese. Per anni è stato responsabile di commessa. “Organizzavo le risorse messe a disposizione dal Cev per rispettare i contratti con le aziende”. Mauro Di Stefano, il suo superiore. Era responsabile amministrativo della partecipata, oggi imputato insieme ad altre sei persone. Tra queste l’ex sindaco di Viterbo Giancarlo Gabbianelli e Attilio Moretti, dal 2003 al 2007 presidente del Cev.

“Fino al 2013 – spiega in aula il dipendente, testimone della difesa – mi sono occupato anche degli appalti per la pubblica illuminazione. Mi interfacciavo con Di Stefano, che era il mio superiore. Ma mai con Moretti che, seppur presidente, non si è mai interessato alle gare per l’illuminazione pubblica”. Ma per la pm Paola Conti, titolare delle indagini insieme al collega Franco Pacifici, il dipendente Cev entrava in gioco “solo per la parte esecutiva degli appalti”, ovvero “dopo che venivano firmati”.

Secondo l’ipotesi accusatoria, ad aggiudicarsi le gare del comune di Viterbo per l’illuminazione e altri servizi erano sempre gli stessi imprenditori. Palazzo dei Priori affidava i servizi al Cev, che risubappaltava agli imprenditori. Affidamenti diretti, e nessuna gara per la scelta dei soci privati della società.

Il processo per il fallimento della partecipata, partito con 37 imputati, è stato ridotto a sette dopo l’ultima ondata di prescrizioni. L’indagine della Finanza per reati contro la pubblica amministrazione è infatti del lontano 2007. A giudizio sono rimasti , oltre a Gabbianelli, Moretti e Di Stefano, l’imprenditore Amedeo Orsolini, l’ex city manager Armando Balducci, Maurizio Guerrini e Claudio Ciucciarelli.


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.

31 maggio, 2017

Cev ... Gli articoli

  1. Processo Cev, rimane solo un imputato
  2. Processo Cev, Giancarlo Gabbianelli: "Accetto la prescrizione"
  3. Rotelli e Arena testimoni d'accusa contro l'ex sindaco Gabbianelli...
  4. "Cantiere per la piscina, mai visti contrasti tra Londero e Ciucciarelli"
  5. Crack Cev, corsa contro il tempo per la sentenza
  6. "No all'affidamento di lavori ai soci privati senza gara"
  7. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  8. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  9. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  10. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  11. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  12. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  13. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  14. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  15. "Nessuna cena con i politici di An"
  16. Processo Cev, tocca alle difese
  17. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  18. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  19. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  20. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  21. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  22. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  23. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  24. Cev, assolto Armando Balducci
  25. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  26. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  27. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  28. Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune
  29. "Lavoravamo per la città"
  30. C'era una volta il crack Cev...
  31. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  32. Gabbianelli: "Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati"
  33. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  34. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  35. Processo Cev, slitta l'udienza
  36. Cev e Comune parti civili
  37. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  38. Scandalo Cev, parte il processo
  39. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  40. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  41. Dimettersi? E perché mai...
  42. "Valuteremo se costituirci parte civile"
  43. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  44. Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano
  45. Cev, in 34 a processo
  46. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  47. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  48. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  49. Cev, parlano le difese
  50. Cev, salta l'udienza
  51. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  52. "E' tutto regolare"
  53. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  54. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  55. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  56. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  57. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK