Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Scuola - Lo studente dell’IC “Ettore Sacconi” di Tarquinia ha scritto il racconto fantastico For Honor

Valerio Campolungo vince il concorso “In tre parole: fantasia, viaggio e infinito”

Un libro

Un libro

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Valerio Campolungo alunno della 1C dell’Ic “Ettore Sacconi” di Tarquinia, con il racconto fantastico intitolato For Honor, ha vinto la IV edizione del concorso nazionale letterario “In tre parole: Fantasia, Viaggio e Infinito” promosso dalla Fondazione “Lucrezia Tangorra Onlus”.

Una giuria formata da famosi scrittori, giornalisti e manager dell’editoria ha deciso di premiare l’originalità del racconto fantastico scritto da Valerio.

Il brano sarà pubblicato in un’antologia che andrà alle stampe entro il prossimo mese di ottobre. La premiazione di tutti i vincitori si terrà domenica 11 giugno a Novara presso il castello sforzesco, nell’ambito della kermesse letteraria “Novara di Carta”.

La storia: “Il personaggio principale della storia, ambientata nel medioevo, è un valoroso cavaliere di nome Sir Valerio alle prese con i continui attacchi dei due popoli vicini, i Samurai e i Vichinghi, orditi dalla perfida Daniela. Tra i Samurai spicca la figura di Leo San, guerriero disciplinato e senza paura che divenuto imperatore cerca di stipulare un’alleanza con Sir Valerio per mettere fine a queste continue guerre. I Vichinghi, guidati dal saggio re Federico, cadono nel tranello del furto della spada regale architettato dalla solita Daniela e vengono coinvolti in una guerra senza precedenti contro i Samurai.Grazie all’informatore Sir Massi però Sir Valerio scopre che il conflitto è tutta opera della malvagia Daniela e decide di affrontarla a duello. La perfida donna viene trafitta dalla spada di Sir Valerio con il contributo dei suoi uomini tra i quali spicca la figura del fido consigliere Sir Omar. Infine Sir Valerio, l’imperatore Leo San e re Federico sanciscono un patto di alleanza, portando la pace in ogni parte del mondo e danno vita ad un nuovo stemma che diventerà simbolo di pace, libertà e onore!”

Ic Ettore Sacconi Tarquinia

31 maggio, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR

Ciminauto -1036x80-16-10-18-OK