Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Appropriazione indebita - In aula decine di pazienti del dentista fuggito in Sudamerica nel 2010

“Fiorita ci ha rovinato”

Condividi la notizia:

Il dentista Gianfranco Fiorita

Il dentista Gianfranco Fiorita

Il processo a Gianfranco Fiorita

Il processo a Gianfranco Fiorita

L'avvocato Roberto Alabiso

L’avvocato Roberto Alabiso

Viterbo – “Ci ha rovinato”. Testimoniano in tribunale i pazienti di Gianfranco Fiorita, il dentista fuggito in Sudamerica lasciando i clienti con i ponti in bocca. E’ accusato di un’appropriazione indebita di 660mila euro.

Decine di persone si sono costituite parti civili per chiedere i danni al dentista (difeso dall’avvocato Roberto Alabiso): ex soci, ex clienti e stagisti rimasti ad aspettare invano all’aeroporto il suo arrivo. Questi sarebbero dovuti partire insieme per il Sudamerica. Fiorita, invece, partì da solo. Era il 14 ottobre 2010.

Tanti i pazienti che restarono con i lavori ai denti a metà e con le rate da pagare, dopo aver accettato la proposta di Fiorita di accendere prestiti con le finanziarie per saldare le cure. “Mi ha rovinato – dice una cliente al giudice Giacomo Autizi -. Ha iniziato il lavoro ma non l’ha mai finito, costringendomi a un’operazione di otto ore di maxillo facciale in ospedale”.

Oltre venti i testimoni ascoltati in aula, tra chi ha detto di essersi rivolto a Fiorita perché consigliato da amici e conoscenti e chi perché il dentista avrebbe stipulato una convenzione con l’azienda in cui lavorava.

La procura contesta a Gianfranco Fiorita un’appropriazione indebita da 660mila euro: somma delle quote versate dai soci e dei soldi incassati dalle società di finanziamento. Lui, invece, sostiene di esser stato costretto a scappare perché vittima di estorsione e che, in quei quasi quattro anni trascorsi principalmente in Paraguay, avrebbe vissuto arrangiandosi proprio perché senza soldi.

Gli agenti della squadra mobile lo hanno arrestato il primo settembre 2014 al suo arrivo all’aeroporto di Fiumicino, dopo quattro anni passati tra Bolivia e Paraguay.

In autunno la prossima udienza, quando verranno sentiti altri trenta testimoni dell’accusa. Nel frattempo, purtroppo, qualcuno è già morto. Dalle contestazioni (era il 2010) è passato così tanto tempo che qualche paziente è già passato a miglior vita.


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
3 giugno, 2017

Il caso del dentista scomparso ... Gli articoli

  1. Gianfranco Fiorita radiato definitivamente dall'albo dei dentisti
  2. Dalla fuga in Paraguay alla condanna, un decennio sul filo del rasoio per il dentista Fiorita
  3. Scappò in Sudamerica coi soldi, 2 anni e 3 mesi al dentista Gianfranco Fiorita
  4. Dentista scappato in sudamerica, per la difesa non fu appropriazione indebita
  5. Dentista scappato col malloppo, l'accusa chiede un anno e dieci mesi
  6. "Il giorno che saltò la sentenza, Fiorita stava per essere operato al cuore"
  7. Fiorita pronto a denunciare le vittime...
  8. I dentisti: "Fiorita ci abbandonò a Santa Cruz..."
  9. "Migliaia di euro a Fiorita, poi è scappato..."
  10. Dentista ex latitante, a maggio riparte il processo
  11. Processo Fiorita, tutto da rifare
  12. Il processo al dentista Fiorita riparte da zero
  13. Gianfranco Fiorita in ospedale
  14. E' di nuovo Fiorita-show
  15. Gianfranco Fiorita a settembre di fronte al giudice
  16. Interrogatorio di fronte al giudice per Gianfranco Fiorita
  17. "Ho lasciato una clinica in attivo con 100mila euro da incassare"
  18. "Gli ex soci di Fiorita sono stati corretti e in buona fede"
  19. Fiorita al contrattacco: "Io vittima dei miei ex soci"
  20. "Sono scappato per salvarmi dalla morsa dell'estorsione"
  21. La verità di Fiorita può attendere
  22. Revocati i domiciliari a Fiorita
  23. Fiorita, il Riesame si riserva sulla scarcerazione
  24. Gianfranco Fiorita ai domiciliari
  25. Minacce all'avvocato di Fiorita
  26. Fiorita al Riesame per chiedere la libertà
  27. Fiorita all'attacco di ex soci e inquirenti
  28. Svuotato lo studio di Fiorita
  29. Dentista arrestato, no alla scarcerazione
  30. "Fiorita non ha un posto dove andare"
  31. Fiorita resta a Mammagialla
  32. "Un gesto importante per dimostrare la volontà di collaborare"
  33. "Chiederò che Fiorita sia rimesso in libertà"
  34. Fiorita arrestato in aeroporto
  35. Il dentista latitante torna in Italia
  36. "Fiorita mi teneva all'oscuro di alcuni incassi"
  37. "Solo senza misura cautelare Fiorita potrebbe tornare in Italia"
  38. Sequestrati i beni del dentista latitante
  39. "Fiorita si dimentica dei danni morali..."
  40. "Risarcirò chi ne ha diritto, non i furbetti di quartiere..."
  41. Fiorita arrestato in Paraguay, presto il rimpatrio
  42. Il latitante Fiorita non risponde alle email, l'avvocato: "Sono preoccupato"
  43. Maxisconto a chi si serviva delle finanziarie
  44. Seimila euro di attrezzature utilizzate e mai pagate
  45. "Io non so nemmeno se mio fratello è vivo o morto"
  46. Dentista latitante, ascoltati 14 testimoni
  47. Dentista latitante, riprende il processo
  48. Dentista latitante, in 49 chiedono i danni
  49. Dentista latitante, inizia il processo
  50. Appropriazione indebita, Fiorita a giudizio
  51. Dentista scomparso, chiuse le indagini
  52. Fiorita torna a farsi vivo
  53. Fiorita non ha preso voli diretti
  54. "Io vittima di Fiorita voglio giustizia"
  55. Fiorita raccoglieva fondi per un ospedale

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR