Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Soriano nel Cimino - La Castagna d'oro a quattordici eccellenze dello sport

Il premio Calabrese a Inzaghi, Malagò, Veltroni e…

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Soriano nel Cimino - Simone Inzaghi

Soriano nel Cimino – Simone Inzaghi

Soriano nel Cimino - Fabio Menicacci e Alberto Brandi

Soriano nel Cimino – Fabio Menicacci e Alberto Brandi

Soriano nel Cimino - Riccardo Cucchi

Soriano nel Cimino – Riccardo Cucchi

Soriano nel Cimino - Bruno Giordano

Soriano nel Cimino – Bruno Giordano

Soriano nel Cimino - Giorgia Rossi

Soriano nel Cimino – Giorgia Rossi

Soriano nel Cimino - Walter Veltroni

Soriano nel Cimino – Walter Veltroni

Soriano nel Cimino - Giovanni Malagò

Soriano nel Cimino – Giovanni Malagò

Soriano nel Cimino – Quattordici big in squadra. Ovviamente senza nessuno in panchina.

A palazzo Chigi Albani di Soriano nel Cimino è andata in scena la sesta edizione del premio Pietro Calabrese, che annualmente si svolge al termine dei campionati calcistici italiani (fotocronacaslide).

Dedicato alla memoria del giornalista scomparso nel 2010, conferisce la Castagna d’oro (simbolo del tipico prodotto made in Tuscia) a presidenti, dirigenti, allenatori, ex calciatori e giornalisti sportivi.

Condotta da Federica Masolin di Sky sport e Giuseppe Di Piazza del Corriere della Sera, la manifestazione ha preso il via con il saluti del sindaco Fabio Menicacci.

“Il nostro paese – ha raccontato il primo cittadino – ha dato i natali alla commedia all’italiana grazie a Girolami ed è stato anche la dimora di Pasolini nei suoi ultimi anni di vita. Al di là della cultura Soriano si riconosce anche nello sport ed è per noi un onore ospitare questo premio, che porta bene visto che nella passata edizione è andato anche a Giampiero Ventura, oggi alla guida della Nazionale italiana“.

Subito dopo è stata la volta dei premiati. Una lista di quantità e qualità usando il gergo calcistico, una formazione comprendente il presidente del Coni Giovanni Malagò e gli scrittori Walter Veltroni (premiato “Per la sua passione per lo sport e la conoscenza delle problematiche mostrati nelle interviste a personaggi sportivi”) e Aldo Cazzullo (“Per come ha raccontato da inviato speciale Olimpiadi e campionati mondiali”).

Passando al lavoro sul campo, riconoscimenti al presidente dell’Atalanta Antonio Percassi (assente, ha ritirato il riconoscimento il dg Umberto Marino), e a quello della Spal Walter Mattioli, ma anche all’allenatore della Lazio Simone Inzaghi e all’ex tecnico del Trastevere e attuale sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, salito alle cronache per l’impegno mostrato a margine del terremoto che ha colpito il centro Italia.

Cinque invece i riconoscimenti ai giornalisti: Alberto Brandi (direttore di Sport Mediaset), Marco Mazzocchi (vicedirettore di Rai Sport), Massimo Cecchini (Gazzetta dello Sport), Cristiana Buonamano (Sky Sport) e Giorgia Rossi (Sport Mediaset), mentre il premio alla carriera è andato a Bruno Giordano e a Riccardo Cucchi, ex calciatore ed ex radiocronista Tutto il calcio minuto per minuto.

Samuele Sansonetti


Condividi la notizia:
5 giugno, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR