__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Obiettivo della Sia accrescere le conoscenze di base nell’ambito delle missioni spaziali e delle ricerche fondamentali sull'origine della vita

Raffaele Saladino presidente della Società italiana di astrobiologia

Raffaele Saladino

Raffaele Saladino

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il professor Raffaele Saladino docente del Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche è stato eletto alla carica di presidente della Società Italiana di Astrobiologia (Sia).

La Sia rappresenta diversi ambiti di ricerca disciplinari tra i quali l’astrofisica, l’astronomia, la biologia, la chimica, la fisica, l’ingegneria e la medicina, con lo scopo di accrescere le conoscenze di base ed applicate nell’ambito delle missioni spaziali e delle ricerche fondamentali sull’origine della vita, la sua persistenza nello spazio e la sicurezza planetaria.

Tra gli interessi principali della Sia vi è il sostegno tecnico-scientifico al comparto aerospaziale che risulta essere tra i primi per importanza economica sia a livello regionale che nazionale.

La Sia si pone come interlocutore istituzionale con le agenzie spaziali (Agenzia Spaziale Italiana-Asi ed Agenzia Spaziale Europea- Esa, in primo luogo) e con le altre istituzioni internazionali del settore, tra cui  la Società Internazionale per lo Studio dell’Origine della Vita (Issol) e la Rete di Associazione per l’Astrobiologia Europea (Eana). 

La Sia  è una associazione aperta per statuto non solo agli specialisti ma anche a tutti coloro che condividono l’interesse verso le tematiche dell’Astrobiologia. 

19 giugno, 2017

    • Altri articoli

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564