--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Incendio a Casale Bussi - Il sindaco Leonardo Michelini: "L'impianto resta centro di trasferenza" - Mauro Mazzola, presidente della Provincia: "Oggi riunione in prefettura"

“I rifiuti saranno smaltiti in Toscana”

Condividi la notizia:

Viterbo - Incendio all'impianto di Casale Bussi - Il sopralluogo del sindaco Michelini e del presidente Mazzola

Viterbo – Incendio all’impianto di Casale Bussi – Il sopralluogo del sindaco Michelini e del presidente Mazzola

 
Viterbo - L'impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo – L’impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo - L'impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo – L’impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo - L'impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo – L’impianto di smaltimento rifiuti di Casale Bussi in fiamme

Viterbo – “Riunione in prefettura dopo l’incendio a Casale Bussi”. Mauro Mazzola era ieri mattina all’impianto di smaltimento rifiuti danneggiato da un vasto incendio sviluppatosi nella notte tra sabato e domenica e che ora è fuori uso.

Multimedia: Il sopralluogo del sindacoslide  – Incendio all’impianto di smaltimentoslide – video

Voleva rendersi conto, di persona, della situazione. Annuncia per questo pomeriggio una riunione in prefettura che renderà più chiari i passi da seguire.

I vigili del fuoco hanno operato per tutta la giornata. Il sindaco Michelini, anche lui sul posto, ha emanato un’ordinanza che, in via precauzionale, vieta il consumo di frutta e verdura, ma anche il pascolo di animali nel raggio di un km dall’impianto per i fumi causati dell’incendio. Finestre e porte devono inoltre rimanere chiuse.

Si attendono comunque gli accertamenti di Arpa e Asl che stabiliranno eventuali rischi ambientali.

“I vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta – dice Mazzola – e, solo oggi, a freddo, avremo un quadro più chiaro della situazione. Non ci sono le fiamme, ma si sta procedendo per mettere tutto in sicurezza.

Sul posto, ieri, oltre al sindaco, c’erano i tecnici dell’Arpa per verificare un eventuale rischio ambientale, quelli della Provincia e la Regione che si sta muovendo per trovare delle vie alternative. Nel pomeriggio, inoltre, è in programma una riunione in Prefettura. Stiamo lavorando in sinergia”.

Ci sono volute ore prima di mettere tutto in sicurezza. L’impianto, per ora, resta chiuso. “Ringrazio i vigili del fuoco – dice Mazzola – per la prontezza con cui sono intervenuti e la loro capacità professionale, ma anche i tecnici della Provincia e la società Ecologia Viterbo srl, che gestisce l’impianto, e che ha contribuito a trovare una soluzione.

Molti sindaci mi hanno chiamato per sapere come scaricare i rifiuti. Nelle prossime ore capiremo come muoverci, se trasferire o posizionare momentaneamente qui i rifiuti per poi portarli fuori. Dobbiamo avere un po’ di pazienza”.

Anche il sindaco Michelini è rimasto in contatto con la Regione per avere chiarimenti su cosa accadrà ora con la raccolta. “C’è stata una riunione ieri pomeriggio – dice il primo cittadino – e mi hanno detto che invieranno delle lettere ai comuni per comunicare che Casale Bussi resta centro di trasferenza dei rifiuti che poi verranno portati in Toscana per lo smaltimento. L’impianto infatti resta chiuso per i danni che hanno interessato anche i macchinari”.

 

 


Condividi la notizia:
5 giugno, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR