--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Provincia - I sindaci di Ronciglione e Caprarola hanno emesso le ordinanze temporanee in seguito ai prelievi dell'Arpa

Troppe alghe, divieti di balneazione al lago di Vico

Condividi la notizia:

Il lago di Vico

Il lago di Vico

Ronciglione e Caprarola – Troppe alghe, divieti di balneazione al lago di Vico.

Acque del lago di Vico off limits in alcune zone dei territori di competenza di Ronciglione e Caprarola.

Dopo il recente prelievo di campioni di acqua da parte dell’Arpa Lazio i sindaci Alessandro Giovagnoli ed Eugenio Stelliferi si sono visti costretti ad emettere delle ordinanze di divieto di balneazione. 

L’ente ha infatti riscontrato una concentrazione di Cianobatteri (le cosiddette alghe azzurrre ndr) superiore ai limiti consentiti in alcune delle aree in cui è suddiviso il lago di Vico. 

Le zone interessate sarebbero la 2, ovvero Riva Fiorita (nel comune di Ronciglione) e la 5, ovvero Bella Venere (nel comune di Caprarola).

I divieti di balneazione sono da considerarsi temporanei o, comunque, in vigore fino ai prossimi prelievi dell’Arpa quando, in caso di risultati diversi, le ordinanze verranno revocate o modificate a dovere.

Nel frattempo gli avvisi sono stati pubblicati sui portali online delle due amministrazioni comunali e affissi in prossimità delle zone del lago di Vico in cui vige il divieto. 

 


Condividi la notizia:
6 giugno, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR