--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Lino Rocchi, direttore Aci, commenta il dato riferito ai primi sei mesi del 2017

“Cellulari alla guida, aumentano del 20% le multe”

Lino Rocchi, direttore dell'Aci Viterbo

Lino Rocchi, direttore dell’Aci Viterbo

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il 75% degli incidenti in strada è causato dalla distrazione, dovuta, in particolare, all’utilizzo dei cellulari alla guida (rapporto Aci 2016).

Si tratta di un comportamento scorretto ampiamente in uso tra gli automobilisti italiani, i più indisciplinati sarebbero i giovani: nel 57% dei casi confessano tranquillamente di usare il cellulare mentre sono al volante, per leggere e inviare messaggi, ma anche gli adulti ammettono di usare lo smartphone senza viva-voce o auricolare per parlare, (23,5%), o di inviare o leggere messaggi alla guida, (23%).

Il 96% degli italiani ha dichiarato di vedere in strada conducenti che usano tranquillamente lo smartphone alla guida, un comportamento scorretto che, al momento, viene sanzionato con una multa più la decurtazione di cinque punti della patente e, se l’infrazione viene ripetuta nell’arco temporale di due anni, si prevede anche la sospensione della patente da uno a tre mesi.

Nonostante la nuova proposta di legge, che prevede la sospensione immediata della patente, non sia ancora stata approvata, (ma molti automobilisti italiani hanno dichiarato che, anche se fosse introdotta, continuerebbero a violare la norma), qualcosa sta cambiando.

Polizia e carabinieri segnalano, infatti, un aumento di quasi il 20% nei primi sei mesi del 2017, delle multe per l’utilizzo di cellulare alla guida rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Da gennaio a giugno, sono state elevate 32mila 373 sanzioni, contro le 27.415 del 2016, un aumento drastico, che non ha eguali con gli altri tipi di sanzione, ed è ancora più significativo per via delle difficoltà di contestazione di questa infrazione.

“Il telefonino quindi – spiega il direttore Automobile Club Lino Rocchi – sembra la causa principale di distrazione per i guidatori e, è l’origine di incidenti gravi o addirittura mortali, come si evince partendo dal dato ufficiale Aci-Istat: il cellulare è la causa del 21,4% degli incidenti su strade extraurbane, e del 15,5% nelle città.

Si parte dal dato ufficiale Istat: “Cause accertate o presunte di incidente”, campo del modulo Istat compilato dalle forze dell’ordine, che intervengono in caso di incidenti con un danno alla persona.

Abbiamo bisogno di maggior responsabilità e senso civico da parte di tutti noi – conclude il Rocchi -, basta un attimo di distrazione per distruggere una vita, mai come adesso è importante ricordare la campagna Aci di sensibilizzazione: “#Guarda la strada e #Molla sto telefono”, contro l’utilizzo illecito del cellulare, rivolta in particolare ai giovani tra i 18 e i 29 anni.

Automobile Club Viterbo

17 luglio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564