--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - Viterbo - La segnalazione di Adele Latini

“Emergenza rifiuti in strada Quartuccio-strada sasso S. Pellegrino”

Condividi la notizia:

Viterbo - Rifiuti tra strada Quartuccio e strada Sasso San Pellegrino

Viterbo – Rifiuti tra strada Quartuccio e strada Sasso San Pellegrino

Viterbo - Rifiuti tra strada Quartuccio e strada Sasso San Pellegrino

Viterbo – Rifiuti tra strada Quartuccio e strada Sasso San Pellegrino

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Torniamo a segnalarvi l’emergenza rifiuti nell’area di raccolta sita sul tronco dismesso della strada statale cassia sud all’altezza di strada Quartuccio e strada Sasso San Pellegrino, vista la totale mancanza di intervento del Comune di Viterbo in quest’area.

Non sono bastate le numerose chiamate alla polizia municipale, né le svariate sollecitazioni alla società “Viterbo ambiente” (l’ultima delle quali proprio oggi), né l’articolo-denuncia pubblicato sul sito di informazione Tusciaweb, per sollecitare l’azione del comune.

L’amministrazione viterbese fino ad ora non ha preso alcun provvedimento affinché l’area venga ripulita.

I cittadini che vivono nella zona e che fino ad ora si sono personalmente occupati di arginare i danni provocati dai rifiuti siti nell’area (pur pagando regolarmente e puntualmente la tassa sui rifiuti!), da oggi potranno fare bene poco per contrastare la noncuranza dell’amministrazione comunale e la totale assenza della ditta preposta al ritiro dei rifiuti, visto che nell’area, da giorni, si trova anche materiale eternit altamente inquinante e cancerogeno, che può essere rimosso solo da personale qualificato e con tecniche specifiche, cosa fino ad ora non avvenuta.

La situazione è dunque giunta al collasso: la zona di raccolta si presenta come una discarica a cielo aperto alla mercé di passanti privi di ogni senso civico; passando potrete vedere oltre a vari sacchi dell’immondizia buttati sulla strada (e non negli appositi cassonetti), anche pneumatici, frigoriferi, mobili di vario tipo, e materiale edile di ogni genere che viene gettato con estrema frequenza nella zona ecologica nonostante il divieto per le ditte di farlo.

A ciò si aggiunge il fatto che il servizio di raccolta dei rifiuti non viene effettuato con regolarità e anche quando viene effettuato, il materiale depositato sulla strada non viene ritirato.

Il rischio non è più limitato alle ripercussioni sull’igiene o a quelle sulla circolazione stradale ma ormai tocca la salute dei terreni immediatamente confinanti con l’area ecologica: oliveti e fondi coltivati stanno subendo un progressivo inquinamento a causa della permanenza dei rifiuti e ogni giorno la situazione si aggrava.

I cittadini chiedono ancora una volta che l’area venga completamente bonificata e che siano istallate telecamere per punire coloro che gettano rifiuti non ammessi, violando le regole della raccolta differenziata.

Sentiamo costantemente dire che le amministrazioni comunali hanno bisogno di denaro, perché allora non multare coloro che gettano rifiuti in modo scorretto e contro la legge, perché non sanzionare quei soggetti che con le loro azioni vanificano il comportamento corretto di migliaia di onesti cittadini?

Perché non imporre multe alle ditte che hanno in appalto la gestione dei rifiuti e che invece non si occupano di tenere pulite le aree di loro competenza?

Adele Latini


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione.

Puoi inviare foto, video e segnalazioni a redazione@tusciaweb.it.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.


Condividi la notizia:
23 luglio, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR