__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il 15 luglio a Viterbo la nomina del vincitore del premio Mariano Romiti

Giuseppe Ayala e Nicola Gratteri a Ombre festival

Giuseppe Ayala e Nicola Gratteri

Giuseppe Ayala e Nicola Gratteri

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Sabato 15 luglio a Viterbo serata conclusiva della seconda edizione di Ombre Festival.

Gli appuntamenti di Piazza del Plebiscito si aprono alle 19,30 con l’incontro con Giuseppe Ayala, ex magistrato, già giudice a Palermo nel pool antimafia e magistrato di punta nelle indagini e nei maxi processi alla mafia.

Ayala ricorderà le figure di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, a cui è dedicata questa edizione di Ombre Festival.

Presenta Alessandro Maurizi, direttore di Ombre Festival e presidente dell’Associazione Mariano Romiti. Dalle 20 in Piazza del Plebiscito torna a essere esposta la Lamborghini Gallardo della Polizia di Stato.

Alle 21 è il momento della finale del sesto Premio Nazionale Mariano Romiti per la letteratura gialla, noir e spy story. Un premio che, nel giro di pochi anni, è diventato un punto di riferimento per gli scrittori del genere poliziesco, anche perché a decretare i vincitori sono le figure professionali che operano nel campo della giustizia e della legalità: i delitti dei giallisti vengono giudicati da una metaforica aula di tribunale con la presenza delle parti in processo.

Gli scrittori finalisti del Premio Romiti sono 2017 sono Rosa Teruzzi (“La sposa scomparsa”), Giovanni Ricciardi (“Gli occhi di Borges”), Giorgia Lepore (“Angelo che sei il mio custode”).

Saranno inoltre premiati il vincitore della seconda edizione del Premio Romiti Opera Prima, Mariano Sabatini con “L’inganno dell’ippocastano” e il vincitore della quarta edizione del Premio Romiti Sezione Emergenti, Gian Luca Campagna con “Finis Terrae”. Ospite d’onore Giuseppe Ayala, presentano Cristina Marra e Alessandro Maurizi. Main sponsor Enerpetroli.

Alle 22 conclude la serata Nicola Gratteri, in un incontro a margine del libro “Padrini e padroni. Come la ‘ndrangheta è diventata classe dirigente” scritto con Antonio Nicaso.

Un’inchiesta sulla crescente ricchezza e arroganza di un’organizzazione criminale che ha il monopolio della cocaina ed è entrata nelle stanze della pubblica amministrazione grazie a una politica collusa e compiacente e con un interscambio fortissimo di voti in cambio di appalti, posti, contributi regionali ed europei. Presentano l’incontro gli avvocati Massimo Pistilli e Andrea Gasbarri.

In Piazza del Gesù – Arena Faletti, gli incontri del 15 luglio iniziano alle 18 con Angela Iantosca che presenta il libro “Bambini a metà” e con Piergiorgio Pulixi per “L’ira di Venere”, conduce Elena Caccatore.

Alle 21 “Con Piero in moto per l’Italia”, un incontro con Piero Vrenna e la sua Harley-Davidson diversamente abile e Gian Piero Papasodero, presenta Giovanni Zanobi.

Nei giorni del festival, in piazza del Plebiscito sarà allestito uno spazio libreria gestito da Etruria Libri. Dalle ore 19, sempre in piazza del Plebiscito, sarà attiva una enoteca gestita da 13 Gradi slow bar.

Sui canali social di Ombre è possibile seguire la diretta facebook e le interviste agli ospiti a cura di Subway Radio e Editions Provider Viterbo.

 

Ombre festival

14 luglio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564