--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Monte Romano - Il sindaco Testa chiarisce la situazione della zona di addestramento militare: "C'è l'esigenza di una bonifica, ma non ci sono pericoli per i cittadini"

“Poligono, nessun rischio per la popolazione”

Maurizio Testa sindaco di Monte Romano

Maurizio Testa sindaco di Monte Romano

Monte Romano - Un'esercitazione al poligono militare

Monte Romano – Un’esercitazione al poligono militare

Monte Romano – “Non c’è nessun rischio per la salute dei cittadini di Monte Romano”. Il sindaco Maurizio Testa interviene sul poligono militare. Dopo che il Cisam (Centro interforze studi e applicazioni militari), in un documento, ha parlato di probabile contaminazione del terreno.

“Siamo informati da tempo – dice il sindaco Testa – sull’esigenza di bonifica di alcune precise aree addestrative all’interno del poligono. Dalle informazioni in nostro possesso possiamo quindi categoricamente smentire i toni allarmistici che rischiano di generare timori e tensioni infondate nella popolazione locale”. 

Tutto nasce da un un documento del Cisam, protocollato a marzo e inviato alla commissione parlamentare che indaga sugli effetti dell’uranio, come riporta il Messaggero del 10 luglio scorso, che parla del rischio che la zona del poligono di Monte Romano sia inquinata da Torio 232.

“È opportuno procedere a una completa caratterizzazione radiometrica del sito – si legge nel documento riportato dal quotidiano romano – dell’intero poligono, da svolgere preventivamente alle attività di bonifica. Nelle suddette aree – si legge ancora nel documento – le evidenze analitiche e il rinvenimento di frammenti/reperti ha portato a ritenere possibile una contaminazione del terreno dovuto alla frantumazione delle torine all’atto dell’impatto con i carri bersaglio”.

A gettare acqua sul fuoco ci pensa il sindaco Maurizio Testa. “I contatti tra il Comune di Monte Romano e l’Esercito, che del poligono è gestore, sono sempre stati strettissimi e improntati alla massima trasparenza e collaborazione. Infatti, siamo informati da tempo sull’esigenza di bonifica di alcune precise aree addestrative all’interno del poligono, dove per bonifica, si intende la rimozione di modeste quantità di rifiuti speciali e non speciali”. 

Per quanto riguarda eventuali aree sottoposte a contaminazione radioattiva “anche in questo caso – spiega il sindaco – l’Esercito ci aveva informato della possibilità di presenza di elementi radiogeni in una ben delimitata e ridotta area del poligono, per la quale erano già stati assunti tutti i necessari provvedimenti iniziali – dalla recinzione dell’area e al suo controllo periodico – e dove le attività di bonifica, già pianificate da tempo, dovrebbero partire entro breve. Dalle informazioni in nostro possesso possiamo quindi categoricamente smentire i toni allarmistici che rischiano di generare timori e tensioni infondate nella popolazione locale. La salute dei cittadini e dei militari – conclude – è in cima alla scala delle preoccupazioni del Comune, che è sempre stato e sarà stabilmente, attento e irremovibile osservatore dei suoi territori”.

16 luglio, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564