--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lettere - Viterbo - Scrive Massimiliano Valdannini

“Talete, il contatore non c’è ma le fatture continuano ad arrivare”

Condividi la notizia:

Acqua

Acqua

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Le buone intenzioni di Talete Spa si infrangono contro un qualcosa di indefinito e indefinibile, ma comunque sempre e solo a svantaggio dell’utenza.

Dal 2015 ad oggi, è in corso una sorta di ping pong tra Talete Spa e me (in nome e per conto di mia madre).

Nel 2015 contestai direttamente, e a mezzo stampa, le comunicazioni di mancato pagamento di alcune fatture a favore di Talete Spa, non fosse altro perché mia madre aveva l’addebito automatico delle fatture emesse da Talete Spa direttamente sul suo conto corrente postale.

Verificato che all’epoca, a detta di Talete Spa, vi è stato un mancato flusso di comunicazioni informatiche tra Monte dei Paschi di Siena e Poste Italiane, ho provveduto a saldare quanto dovuto.

Talete Spa, infatti a tutt’oggi, ha continuato e continua, a vantare gli stessi crediti nei confronti di mia madre nonostante gli stessi siano stati regolarmente saldati mediante bollettino postale UP55997 Sez.02-0373 372/372 del 19.6.2017).

Probabilmente dal 2015 ad oggi i sistemi informatici della Talete S.p.A. ancora non sono riusciti ad allinearsi con quelli di poste italiane.

In data odierna (13 luglio2017) ricevo la fattura commerciale n,172590 legata all’utenza 17586 con cui oltre a chiedere il pagamento del 1° trimestre 2017, si continua a sollecitare, in calce alla stessa, il pagamento dei tre trimestri del 2015, non corrisposti solo perché, oggi come allora, i sistemi informatici tra Istituto bancario deputato alla riscossione e poste italiane, parrebbero ancora non dialogare visti i continui e fastidiosi solleciti.

A seguito di formale disdetta contrattuale da parte di mia madre nei confronti di Talete Spa, l’azienda in questione in data 9 maggio 2017 provvide a staccare materialmente il contatore dell’acqua (cessazione utenza istanza 4282 del 9.5.2017 contatore matricola 7702961 codice utenza 17586).

Sebbene non ci sia più il contatore le fatture continuano ad arrivare.

Si accorgeranno i nostri eroi, prima o poi, che il contatore dell’acqua è stato tolto materialmente e quindi non c’è più alcuna possibilità di erogazione dell’acqua da parte della Talete Spa?

Rimango basito del grande silenzio da parte delle Autorità viterbesi preposte al controllo, ho ricevuto credito solo dalla stampa locale, e perciò, a questo punto, non saprei dire se gli enti a cui mi sono rivolto lungo il corso di questa storia perenne, e per certi aspetti anche penosa, (Regione, Comune e Autorità per l’Energia) siano effettivamente preposti ad un eventuale controllo su un gestore privato di acque pubbliche, in quanto, da quest’ultimi, in questi due anni ho ricevuto, come risposta, soltanto un assordante silenzio. Probabilmente ho bussato alle porte sbagliate.

Con sempre meno cordialità

Massimiliano Valdannini


Condividi la notizia:
13 luglio, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR