Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Grazie a un progetto di sei studenti dell'Università della Tuscia

Vit&Go, la prima app per muoversi a Viterbo

di Mirko Fortini - Tusciaweb Academy

Condividi la notizia:

Interfaccia dell'App

Interfaccia dell’App

Logo del Disucom

Logo del Disucom

Logo dell'App

Logo dell’App

Gli studenti all'opera

Gli studenti all’opera

Viterbo – Vit&Go. Questo è il nome della applicazione progettata da sei studenti Unitus che hanno frequentato il corso di “Grafica e interfacce per la comunicazione” del dipartimento di scienze umanistiche della comunicazione e del turismo (Disucom) tenuto dalla professoressa Paola Vocca. Corso inserito in “Scienze delle lettere e della comunicazione multimediale” che è uno dei due curricula di Filologia Moderna.

L’app ha lo scopo di facilitare lo spostamento a Viterbo tramite mezzi pubblici, taxi, biciclette ed anche bus turistici. Vit&Go prevede molte funzionalità innovative come l’introduzione del pagamento del biglietto dell’autobus direttamente sull’app, la possibilità di usufruire del servizio di bike sharing pagando tramite il Qr Code e poter visitare la città sia a piedi, grazie alle indicazioni dei luoghi di interesse sulla mappa, sia con il tour bus prenotabile sempre dall’app.

Per ora solo un prototipo, ma dato il grande entusiasmo che i ragazzi hanno mostrato durante l’esecuzione del progetto, presto forse potremmo ritrovarci ad usarla per i nostri spostamenti quotidiani o per conoscere meglio la meravigliosa città di Viterbo, con la eventuale cooperazione di enti e associazioni locali.

Agli studenti è stata proposta un’attività del tutto nuova che inizialmente era stata affrontata non senza difficoltà. Nonostante lo spaesamento iniziale, questo percorso ha contribuito alla crescita dei ragazzi, dandogli la possibilità di mettere in pratica le conoscenze teoriche acquisite durante il corso.

Il Disucom è anche questo, la possibilità di proseguire studi in comunicazione con un corso magistrale che porta gli studenti ad interfacciarsi con mondo del lavoro e alla padronanza dei nuovi mezzi di comunicazione. Il Disucom è esperienza, studio, passione, competenze tecnologiche e crescita personale.

Tutto questo grazie anche ad altri corsi caratterizzanti come “Web e multimedialità” tenuto da Donini, “Sociologia dei consumi e pubblicità” tenuto di Fiorentino, fresco capo di Dipartimento, e “Culture digitali e social media” di Tarquini.

Grazie al grande lavoro di gruppo svolto in poche settimane, ad una divisione dei compiti in base alle diverse attitudini e ai consigli della professoressa, i ragazzi hanno saputo sfruttare al meglio le loro potenzialità creative e di conoscenza del territorio. Questa esperienza fornirà sicuramente degli stimoli per l’attività lavorativa di ciascun studente, qualunque essa sia, perché ha portato i ragazzi a mettersi in gioco in maniera completamente nuova.

Mirko Fortini
Tusciaweb Academy


Condividi la notizia:
5 luglio, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR