--

--

Ezio-mauro560x60

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Economia - Tra Rieti e Viterbo - Merlani e l'attuale giunta rimangono in carica fino a fusione avvenuta

Camera di commercio, il commissario Monzillo gestirà l’accorpamento

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Domenico Merlani, presidente della camera di commercio

Domenico Merlani, presidente della camera di commercio

 

Viterbo - Il segretario generale della Camera di commercio Francesco Monzillo

Viterbo – Il segretario generale della Camera di commercio Francesco Monzillo

Viterbo – Camera di commercio, Francesco Monzillo commissario straordinario.

Nominato da Unioncamere si occuperà di gestire l’accorpamento dopo la firma del decreto da parte del ministro Carlo Calenda avvenuta mercoledì che ha definito il nuovo assetto territoriale delle camere di commercio che passano da 105 a 60. Un incarico tecnico che servirà anche alla verifica dei dati dell’iter elettorale.

Ci sono, infatti, circa dieci mesi di tempo per insediare il nuovo consiglio camerale che unirà Rieti e Viterbo e, fino a quel giorno, l’attuale presidente Domenico Merlani e la giunta resteranno in carica a gestire l’ente.

Chiusa questa fase tecnica, si procederà all’elezione del nuovo presidente e della nuova giunta ristretta, a cinque.

Nel Lazio le camere di commercio passano da 5 a 3: Roma, Viterbo e Rieti, Latina e Frosinone.

“Finisce l’era della camera di commercio di Viterbo – commenta il presidente Domenico Merlani – per far nascere un’entità ancora più importante, che è quella dell’Alto Lazio con una rappresentanza su tutto il territorio nazionale che, per noi, è un risultato rilevante”.

11 agosto, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR