Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Elezioni provinciali - Due candidati alla presidenza - Tre liste - 34 in corsa per la carica da consigliere

Pietro Nocchi contro Paolo Equitani

di Giuseppe Ferlicca
Paolo Equitani

Paolo Equitani

Pietro Nocchi

Pietro Nocchi

Viterbo - Elezioni provinciali - Stefano Bonori e Marco Ciorba consegnano la lista Mo.Ri.

Viterbo – Elezioni provinciali – Stefano Bonori e Marco Ciorba consegnano la lista Mo.Ri.

Elezioni provincia - Il centrodestra presenta la lista

Elezioni provincia – Il centrodestra presenta la lista

Viterbo - Elezioni provinciali - Pd, la consegna della lista

Viterbo – Elezioni provinciali – Pd, la consegna della lista

Viterbo – Pietro Nocchi contro Paolo Equitani.

I contendenti alla carica di presidente della provincia sono ufficialmente due. Da una parte il sindaco di Capranica, sostenuto da Pd e Moderati e Riformisti e dall’altra il suo collega di Bolsena, con la lista Centrodestra unito e civici.

Ma le prossime elezioni provinciali per alcune ore hanno seriamente rischiato d’essere una corsa solitaria per Nocchi. Con Equitani che ha ritirato la sua disponibilità. Tutta colpa dei veti incrociati nella formazione della lista a suo sostegno. Gli intrecci a volte possono essere parecchio intrecciati.

Se in una certa zona si sceglie un candidato, altri si possono sfilare. Intuendo d’avere poche possibilità di farcela.

È servita tutta la domenica per venirne a capo. Attorno all’una di notte, intesa raggiunta e ieri mattina, in fretta e furia, espletate tutte le formalità. Alle 11,50, a meno dieci minuti dalla scadenza dei termini, lista consegnata a palazzo Gentili.

Tra poco più di due settimane, l’esito delle urne. Votano consiglieri e sindaci della Tuscia. Considerando l’orientamento politico di ogni singola amministrazione, il centrosinistra è in vantaggio. Anche se i conti si fanno alla fine. Con le schede.

Non si tratta di una votazione dove, come piace al Movimento 5 stelle, uno vale uno. Ciascun elettore ha un peso diverso, in proporzione alla grandezza del comune d’appartenenza. È il voto ponderato.

In altri termini, per fare un Gianmaria Santucci o un qualsiasi altro consigliere comunale di Viterbo, ma anche di Tarquinia, Civita Castellana o Montefiascone, occorrono diversi loro colleghi d’altri centri più piccoli.

Con le ultime elezioni comunali, gli equilibri si sono un po’ spostati a favore del centrodestra.

Sempre sulla carta. Con Tarquinia, ad esempio, che è passata di mano. Ma pure il capoluogo. Viva Viterbo all’opposizione, probabilmente porterà due voti che pesano (si dice) in zona Fratelli d’Italia.

Nella composizione delle liste, grande attenzione ai sindaci.

Il Pd ne ha piazzati cinque su dodici candidati: Gianluca Angelelli (Civita Castellana), Giuseppe Mottura (Civitella D’Agliano), Lina Novelli (Canino) ed Elena Tomei (Blera).

Pure il centrodestra ne schiera diversi, quattro su dieci. Massimo Bambini (San Lorenzo Nuovo), Guido Cianti (Sutri), Pietro Mencarini (Tarquinia) e Alessandro Romoli (Bassano in Teverina). Quest’ultimo, a lungo tra i papabili alla presidenza.

Uno, infine, con Moderati e Riformisti. Il sindaco di Montefiascone, Massimo Paolini.

Due, tanto nel Pd quanto nel centrodestra, i consiglieri del comune capoluogo. Oltre all’uscente Aldo Fabbrini, i Democratici schierano Francesco Serra. Sul fronte opposto, Gianluca Grancini (FdI) e l’altro uscente, Elpidio Micci, attualmente nel gruppo misto a palazzo dei Priori.

Il terzo uscente riconfermato è nei Moderati e Riformisti, Livio Treta.

Oggi è in programma l’ultimo consiglio provinciale prima del rinnovo. Seduta di commiato per Luciano Cimarello, Mario Quintarelli (Pd), Mauro Giovanale, Mario Scarnati (Moderati e Riformisti), Alberto Cataldi (FdI), Sandrino Aquilani (Le Ali della Libertà). Uscenti e non ricandidati. Tranne chi, come Alberto Cataldi, non essendo consigliere non è candidabile.

Per i loro colleghi che si ripresentano, invece, se sia l’ultima per questa legislatura o in assoluto, occorrerà attendere l’esito del voto.

Perché gli aspiranti consiglieri sono trentaquattro, ma i posti a disposizione sono solo dodici.

Giuseppe Ferlicca

29 agosto, 2017

Provinciali 2017 ... Gli articoli

  1. È il momento di Pietro Nocchi
  2. "Siamo stati determinanti per la vittoria"
  3. "Sapevamo di perdere, ma abbiamo rimesso insieme il centrodestra"
  4. "Primo obiettivo, la ricerca di fondi"
  5. Maurizio Palozzi e Pietro Mencarini i più votati
  6. "L'alleanza tra Pd e Moderati e Riformisti ha funzionato"
  7. "Una vittoria oltre le più rosee aspettative"
  8. "Il Pd c'è ed è forte"
  9. "Il nostro contributo determinante per la vittoria"
  10. "Nocchi saprà guidare la Provincia con forza e autorevolezza"
  11. Entrano Serra, Palozzi, Treta e Grancini
  12. Elezioni provinciali, ha votato l'87,2%
  13. Aldo Moneta batte tutti, è il primo a votare
  14. Paolo Equitani o Pietro Nocchi, parola alle urne
  15. “Voteremo Equitani, contro le alchimie del centrosinistra fioroniano"
  16. "Il sindaco non mi vota di sicuro..."
  17. "Provinciali, Rifondazione comunista non partecipa al voto"
  18. I probabili eletti e le possibili sorprese
  19. "Le province spariscono, le poltrone rimangono"
  20. “La mia candidatura ha ricompattato la maggioranza”
  21. Caso Montefiascone, centrodestra ancora in fibrillazione
  22. "Voteremo Paolini, per il presidente libertà di coscienza"
  23. “Non ho stretto nessun accordo”
  24. "Voteremo Paolini consigliere ed Equitani presidente"
  25. "Tutti i sindaci sono in campo per vincere"
  26. "Se votassero i cittadini Equitani avrebbe già vinto"
  27. La lista Centrodestra unito e civici
  28. Equitani candidato presidente, il centrodestra presenta la lista
  29. La lista Moderati e Riformisti
  30. La lista del Pd
  31. Paolini, Treta e Quattranni con Moderati e Riformisti
  32. Lista Pd consegnata, domenica bestiale per il centrodestra
  33. Lista Pd consegnata, domenica bestiale per il centrodestra
  34. Serra, Paolini e Grancini, siete stati nominati...
  35. "Su Pietro Nocchi tutto il Pd ha fatto quadrato"
  36. Sarà scontro Nocchi - Equitani
  37. Paolo Equitani candidato alla presidenza
  38. Un sindaco di centrodestra rappresentativo...
  39. Elezioni provinciali, Pietro Nocchi candidato presidente per il Pd
  40. Presidenza, nel centrodestra spunta il nome di Equitani

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564