__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Elezioni provinciali - Il sindaco di Bolsena si aggiunge ai papabili - Gruppo di consiglieri organizza lista autonoma

Presidenza, nel centrodestra spunta il nome di Equitani

di Giuseppe Ferlicca
Paolo Equitani

Paolo Equitani

Antonio Porri, sindaco di Vasanello

Antonio Porri, sindaco di Vasanello

Sergio Caci

Sergio Caci

Viterbo – Elezioni provinciali. Centrodestra in vantaggio. Le elezioni (di secondo livello, votano sindaci e consiglieri comunali), sono in programma a settembre.

Ma tra i due schieramenti, il secondo è in vantaggio sul primo. Per numero di candidati papabili alla presidenza.

Il Partito democratico sfoglia la margherita fra Gianluca Angelelli, sindaco di Civita Castellana ed Eugenio Stelliferi, suo collega di Caprarola, ma non si esclude una terza opzione, possibilmente unitaria.

E sul fronte opposto, al momento i possibili aspiranti al ruolo che fino a poche settimane fa è stato di Mauro Mazzoli, sono diversi. Quattro per la precisione. Fra cui scegliere entro il 28 agosto, termine ultimo per presentare le candidature. Situazione di stallo, tanto che qualcuno sta cominciando a perdere la pazienza. Un discreto numero di consiglieri, pare 24, avrebbero deciso di mettersi insieme, presentandosi con una propria lista. Senza indicazione del presidente.

Per la presidenza, intanto, in pole position resta Sergio Caci, l’appena rieletto sindaco di Montalto di Castro. Gode ancora dei favori di un’ampia fetta di suoi colleghi.

Ma le opzioni sono diverse. Intanto Alessandro Romoli da Bassano in Teverina. Un presidente direttamente dal centro della coalizione. Le sue quotazioni sono in rialzo.

Anche se è insidiato da chi arriva da destra, Antonio Porri (Vasanello).

La rosa fra cui scegliere già fin qui sarebbe già ampia. Ma non ancora completa.

Perché al nutrito gruppo di aspiranti si aggiunge un sindaco che la provincia la conosce parecchio bene. Seppure nella “vecchia” versione. È Paolo Equitani, ex vice presidente in epoca presidenza Meroi ed ex assessore all’Ambiente.

Oggi è sindaco a Bolsena e attorno al suo nome potrebbe convergere il centrodestra. Unito? Più o meno.

Giuseppe Ferlicca

6 agosto, 2017

2 Comments »

Leave a comment

CAPTCHA
Reload the CAPTCHA codeSpeak the CAPTCHA code
 

  1. 6 agosto 2017 alle 15:55 | - > Osvaldo Luna commenta:

    Eccolo un altro Democristiano !
    Non si accontentano mai !
    Equilibrata dove ?
    Per gli interessi personali probabilmente…
    Come esperienza amministrativo-politica, non vedo tutto questo equilibrio.
    Prima DC, poi UDC, poi Forza Italia, poi NCD (Alfano)…
    Forse li è rimasto.
    Non vedo molto equilibrio e serietà nel percorso politico, ma solo arrivismo e cambi di casacca, volti a garantire l’ adorata poltrona, il potere e il controllo.
    Se il centro destra candida lui, è proprio alla frutta !

  2. 6 agosto 2017 alle 13:44 | - > Luigi Biagini commenta:

    Equitani è persona capace ed equilibrata con grande esperienza amministrativa. Sarebbe un ottimo Presidente!

RSS feed for comments on this post.

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564