Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Calcata - Nel segno della resilienza un lungo weekend ricco di spettacoli

Al via la quarta edizione di “Ad Arte TeatroCineFestival”

Giovanni Guardiano

Giovanni Guardiano

Giovanni Guardiano

Giovanni Guardiano

Giovanni Guardiano

Giovanni Guardiano

Calcata – Riceviamo e pubblichiamo – Dal primo al 3 settembre, la quarta edizione di “Ad Arte Calcata TeatroCineFestival”

Nel segno della resilienza un lungo weekend ricco di spettacoli con protagonisti oltre cinquanta artisti nelle piazze e nei vicoli di Calcata e con il cinema al Granarone. Tra gli spettacoli di sabato 2 settembre “I cento pazzi” , di e con Giovanni Guardian. 

Nel segno della resilienza sarà di scena l’1, il 2 e il 3 settembre la quarta edizione di “Ad Arte CalcataTeatroCineFestival”, organizzato dall’associazione culturale Dillinger e diretto da Igor Mattei e Marina Biondi.

Una tre giorni ricca di spettacoli con teatro e cinema per tenere in vita un festival che ha avuto grandi consensi di pubblico e di stampa nelle passate edizioni e che ha portato e porta a Calcata  da tutto il territorio nazionale teatro di regia e cinema d’autore  “made in Italy”  emergente e indipendente, mostre di pittura, fotografia, eventi di musica emergente, nuova narrativa e incontri di cultura “eretica”, facendo del suggestivo borgo un palcoscenico a cielo aperto e valorizzandone l’immagine di luogo di cultura, arte e turismo d’eccellenza.

Il centro storico di Calcata quindi si trasformerà per tre giorni in un palcoscenico a cielo aperto per i tanti spettacoli teatrali che saranno in scena, mentre il cinema sarà il protagonista al Granarone. 

Tra gli spettacoli di sabato 2 settembre alle 18 va in scena I cento pazzi, di e con Giovanni Guardiano (alla Rupe Maggiore) un testo intenso, coinvolgente, toccante che racconta del Maxi Processo alla mafia.

“Qualche sera fa ho visto su youtube – afferma Giovanni Guardiano – un breve filmato sul maxiprocesso alla mafia, il più importante processo ad una organizzazione criminale nella storia italiana. I più temuti padrini di cosa nostra davanti alla corte, capi di imputazione pesantissimi, schiere di pentiti con accuse infamanti. Sono siciliano – prosegue Giovanni Guardiano – le vicende della mia bella terra per gran parte ostaggio della mafia le conosco, questo materiale sul maxiprocesso l’ho visto tante volte e mi ha sempre impressionato provocando pena e inquietudine.

Quella sera invece questo stesso materiale che tante volte ho visto mi è apparso in una dimensione grottesca, temutissimi padrini si arrampicavano sugli specchi come pupi di teatro, gesticolavano, accampavano scuse in aria, citavano un destino e una ventura ingrata. Insomma c’era tanto materiale teatrale, me ne sono accorto perché mi veniva spontaneo raccontarlo agli amici, scherzarci su, forse il teatro con la sua forza deformante poteva aiutarmi a vedere i fatti con più distacco, quel distacco che mi è sempre mancato quando si parla di mafia e mafiosi”.

Ecco gli artisti che si esibiranno a Calcata: Cristina Aubry (attrice) – Soledad Agresti (attrice) – Carlo Benso ( regista cinema)- Luisa Briganti (fotografa) – Donatella Brocco (regista teatrale) – Duccio Camerini (attore, drammaturgo, regista) – Riccardo Camilli (attore e regista cinema) – Amedeo Capitanelli (attore) – Alessandra Caputo (attore) – Bianca Maria Castelli (attrice) – Flavio Cipriani (regista teatrale) – Matteo Colasanti (musicista) – Daria Contento – Marco Danieli (regista cinema) – Arianna Dell’Arti (attrice) – Marco De Meo (attore performer) – Orsetta De Rossi (attrice) – Laura Desideri (cantante, organettista, pittrice) – Tommaso De Santis (attore) – Karen Di Porto (attice e regista cinema) – Roberto Di Sibbio (detenuto-attore) – Ciro Carlo Fico (attore) – Giorgio Flamini (regista Teatro integrato, con il carcere di massima sicurezza di Maiano) – Raffaele Furno (regista teatrale) – Toni Garrani (attore) – Giovanni Guardiano (attore) – Anna Maria Loliva (attrice) – Andrès Arce Maldonado (regista e attore cinema) – Stefano Massimo (fotografo) -Diletta Masetti (attrice) – Igor Mattei (attore e regista) – Federico Micali (regista cinema) – Francesco Montini (producer cinema) – Piero Nicosia (attore) – Miriam Nori (attrice) – Massimiliano Perrotta (regista,attore) – Orchestra Sentieri Popolari (musicisti) – Gianluca Paolisso (attore) -Giuseppe Pestillo (attore) – Sara Ragni (attrice) – Francesco Randazzo (drammaturgo) – Piera Saladino – Lavinia Savagnoni -Pina Segoni (aiuto regia) – Pino Strabioli (attore) – Paola Tarantino – Rossana Veracierta (attrice) – Luisanna Vespa (attrice performer) – Emanuele Vezzoli (attore) e molti, molti altri ancora…

“Le scelte per questa quarta edizione, spostata da luglio a settembre e condensata in soli tre giorni, -afferma il direttore artistico Igor Mattei – sono state quelle di lanciare il cuore oltre l’ostacolo che sarebbe diventato insormontabile se non avessimo trovato stima, fiducia e sconfinata generosità in un numero incredibile di colleghi artisti e operatori di settore e di resistere, per trasformare quello che poteva essere un altro fallimento delle politiche culturali all’italiana (più legate a scambi di favori e a numeri che a idee e a progetti lungimiranti) in una festa di tre giorni non stop, dalle 11 alle 24, di teatro e cinema emergente e indipendente “made in Italy”, in un palcoscenico a cielo aperto, tra i vicoli e le piazze del centro storico di Calcata, trasformato per l’occasione in una fortezza per tutta l’arte indipendente.

E così con la partecipazione e  il sostegno  di tutti gli artisti  cha hanno già preso parte   alla nostra  manifestazione e  con quelli che vi prenderanno parte per la prima volta e con l’entusiasmo e l’adesione totale  del paese che ci ospita,   abbiamo  deciso  di  non arrenderci e di mettere a segno, comunque, la nostra quarta edizione, seppure nella  forma ridotta di tre soli giorni,- rispetto ai  6 giorni pieni dell’edizione 2016 –  tutta concentrata nel solo centro storico di Calcata, nel quale si  susseguiranno dal  venerdì 1 a domenica 3 settembre, a ciclo continuo, in una  sorta di palcoscenico a cielo aperto, spettacoli di teatro, teatro di narrazione e di piazza,  teatro di marionette, proiezione  di cinema  d’autore indipendente e emergente, musica, poesia e teatro di strada di ogni genere”.

“La quarta edizione di Ad Arte CalcataTeatroCineFestival -afferma la direttrice artistica Marina Biondi – si svolgerà in modo diverso dalle passate – tutta nel centro storico, con il rinnovato appoggio morale ed affettivo del Comune di Calcata e dell’Ente parco regionale del Treja, con un piccolo contributo della banca Bcc di Roma, con l’aiuto importantissimo,indispensabile degli abitanti di Calcata e di alcune attività commerciali, preziosissime, di ristorazione e alloggio, attività che ci hanno sostenuto fin dalla prima edizione; con l’aiuto dei tanti collaboratori che stanno mettendo a disposizione le loro capacità professionali ed infine e soprattutto,quest’anno ancor più degli altri anni, con il contributo eroico di molti artisti che ci stanno sostenendo e con la loro presenza diventando essi stessi con noi imprenditori dell’evento, rischiando in proprio pur di vedere realizzata questa edizione.

A tutti loro, unica vera risorsa per un futuro diverso, per una nuova era,un grazie dal profondo del cuore per permetterci,oggi più di sempre, di rendere possibile il miracolo”.

Ad Arte CalcataTeatroCineFestival

1 settembre, 2017

    • Altri articoli

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR