--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio del Riello - Parla l'avvocato dei familiari della vittima: "Anche col patteggiamento in appello, la sentenza di primo grado è stata confermata in toto"

“Sarebbero poco rassicuranti per tutti i domiciliari a Battaglia”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

L'avvocato Samuele De Santis

L’avvocato Samuele De Santis, che assiste i familiari della vittima

 

Sabato Louis Francesco Battaglia

Sabato Louis Francesco Battaglia

 

Federico Venzi

Federico Venzi

Viterbo – “Se dopo soli due anni Battaglia sarà affidato agli arresti domiciliari per un omicidio volontario, non tornerà di nuovo in carcere. Meno della pena prevista per un qualsiasi furto. Un messaggio poco rassicurante per la comunità”. Omicidio del Riello, parla l’avvocato dei familiari della vittima.

Sabato Battaglia è il giovane condannato in primo grado a 12 anni per omicidio volontario, che giovedì, primo caso in Italia, ha patteggiato in appello una pena di nove anni  e dieci mesi, concordando così in secondo grado, davanti ai giudici capitolini, un consistente sconto di pena rispetto a quella inflitta dal tribunale di Viterbo. 

Non solo. Il difensore Antonella Durano si dice pronta a presentare istanza per l’applicazione degli arresti domiciliari.

Battaglia è in carcere dal 27 settembre 2015 quando, alle 4 del mattino, incrociò con la fidanzata Federico Venzi, 43 anni e un amico alla rotatoria del Riello, a Viterbo. I due vedono la ragazza a terra e pensano a un’aggressione. Chiedono se c’è bisogno d’aiuto, ma Battaglia li allontana. I due fidanzati si allontanano a piedi, ma Venzi e l’amico li seguono. Battaglia non gradisce e sferra un pugno in pieno viso al 43enne, che finisce a terra. Morirà poco dopo in ospedale. 

Per la famiglia della vittima, parla il difensore di parte civile Samuele De Santis: “A seguito della riforma della giustizia cosiddetta Orlando – ci tiene a dire – la difesa del Battaglia ha scelto di patteggiare in appello, vedendosi di fatto applicate nella loro massima estensione le attenuanti generiche. A parte le considerazioni di carattere processuale in riferimento alla approvata riforma, che avrà altri e nuovi banchi di prova, quello che anzitutto ci interessa affermare è che la sentenza di primo grado è stata confermata in toto, nonostante la concessione del patteggiamento in appello, comprese le statuizioni civili”.

Ai familiari è stata riconosciuta e confermata una provvisionale di 50mila euro per la morte di Federico Venzi. Da sempre, per la difesa, non un omicidio volontario, ma un omicidio preterintenzionale.

“Ebbene – sottolinea il legale – se la difesa era così convinta della qualficazione ad omicidio preterintenzionale, della condotta del Battaglia, come ampiamente sbandierato, poteva affrontare il processo, dove ci avrebbe trovati di certo pronti”.
 
“Lascia comunque perplessi – conclude De Santis – che sfruttando le maglie del codice il Battaglia dopo due anni di misura cautelare, se sarà affidato agli arresti domiciliari per un omicidio volontario, non tornerà di nuovo in carcere. Meno della pena prevista per un qualsiasi furto. Un messaggio poco rassicurante per la comunità”. 


Condividi la notizia:
16 settembre, 2017

Omicidio del Riello ... Gli articoli

  1. Battaglia di nuovo in carcere, il difensore: "Ce lo aspettavamo"
  2. Omicidio del Riello, Battaglia torna in carcere
  3. "Non auguro a nessuno di incontrare per strada l'omicida del figlio"
  4. Omicidio del Riello, Battaglia chiede i domiciliari a casa della madre
  5. "Sarebbe un'attenuante risarcire la mamma e i fratelli di Federico"
  6. Pena troppo alta, Battaglia chiede l'annullamento
  7. "Perché si vuole riabilitare un ragazzo violento?"
  8. Omicidio del Riello, Battaglia fuori dal carcere
  9. "E ora Battaglia fuori dal carcere..."
  10. Omicidio del Riello, 9 anni e 10 mesi a Battaglia
  11. Omicidio del Riello, si torna in aula
  12. Sabato Battaglia non è un mostro
  13. "Per la morte di Venzi chiederemo i soldi allo stato"
  14. "Un totale disprezzo della vita"
  15. Sabato Battaglia condannato a 12 anni
  16. Omicidio del Riello, conto alla rovescia per la sentenza
  17. "Una tragedia che ha distrutto due famiglie"
  18. Chiesti 12 anni per Battaglia
  19. Omicidio del Riello, oggi la sentenza
  20. Omicidio del Riello, udienza lampo
  21. Omicidio del Riello, processo a Battaglia
  22. Omicidio del Riello, a giugno il processo
  23. Omicidio del Riello, Battaglia chiede l'abbreviato
  24. Omicidio del Riello, la procura vuole il processo subito
  25. La difesa in Cassazione: "Battaglia non voleva uccidere"
  26. Venzi soffocato dal suo stesso sangue
  27. Omicidio del Riello, chiesto un mese per l'autopsia
  28. Omicidio del Riello, si allungano i tempi per l'autopsia
  29. Omicidio del Riello, Battaglia ricorre in Cassazione
  30. Sabato Battaglia resta in carcere
  31. Il Riesame prende tempo su Sabato Battaglia
  32. Oggi il Riesame per Sabato Battaglia
  33. Omicidio del Riello, ascoltata la fidanzata di Battaglia
  34. Sabato Battaglia via da Mammagialla
  35. Omicidio del Riello, slitta l'udienza per Sabato Battaglia
  36. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame lunedì
  37. Omicidio del Riello, Battaglia davanti al Riesame
  38. Venzi voleva chiamare i carabinieri
  39. Raccolta fondi per l'omicida
  40. Venzi voleva difendere la ragazza
  41. Omicidio del Riello, denunciati due amici di Battaglia
  42. Omicidio del Riello, Battaglia resta in carcere
  43. Omicidio del Riello, chiesti i domiciliari per Battaglia
  44. "Battaglia si sente vittima di un'aggressione"
  45. Omicidio del Riello, Battaglia figlio di un pentito di camorra
  46. Pugni letali al viso e alla trachea
  47. L'omicida del Riello è un ventiduenne
  48. Pestato a morte, un fermo per omicidio
  49. Pestato e ucciso al Riello
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR