--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Trasporti - Antonello Aurigemma, capogruppo di Forza Italia della regione Lazio, denuncia la situazione di disagio per i pendolari

“Cotral e regione incapaci di garantire un servizio all’altezza”

Condividi la notizia:

Antonello Aurigemma

Antonello Aurigemma

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Adesso per chi viaggia sui mezzi Cotral, è diventato quasi normale – purtroppo – convivere con disagi di ogni tipo.

Già nei giorni scorsi avevamo denunciato le problematiche incontrate dagli studenti pendolari della provincia di Viterbo. Addirittura, i sindaci di Acquapendente e Montalto di Castro hanno dovuto scrivere a Cotral e Regione per cercare di avere risposte chiare.

Passano i giorni ma la situazione sembra peggiorare. Infatti, come lamentato dal primo cittadino acquesiano e riportato anche dalla stampa, proprio ieri molti giovani, tra questi alcuni universitari diretti a Viterbo per gli esami, sono rimasti a piedi senza le corse delle 7,40 e delle 8. 

Questo è un pesante disservizio, che penalizza soprattutto i ragazzi che quotidianamente viaggiano per motivi di studio. Tra l’altro, in particolar modo all’inizio dell’anno scolastico, sistematicamente si ripetono le stesse criticità. 

E’ una situazione inaccettabile: l’azienda e la regione si stanno dimostrando incapaci di garantire un servizio all’altezza e i cittadini sono comprensibilmente esasperati.

Sempre relativamente a Viterbo, la cittadinanza lamenta anche che la sala d’attesa del capolinea, dove all’interno c’è la biglietteria automatica, è chiusa la domenica, costringendo così molti utenti a dover percorrere chilometri per acquistare il titolo di viaggio. Questa è la realtà quotidiana di chi utilizza i bus Cotral. Inoltre, a rendere ancor più preoccupante il contesto, è il fatto che tali criticità riguardino anche altre province del Lazio.

Da ultimo, pensiamo alla riduzione delle corse nella Valle dell’Aniene, come previsto dal nuovo orario: prima partivano in un’ora quattro pullman (uno ogni 15 minuti), mentre adesso sono tre (uno ogni 20 minuti). Per non parlare poi  del fatto che i nuovi bus non siano provvisti di pedana per l’accesso delle persone con disabilità, che sono costrette a chiamare con un preavviso di tre giorni per poter usufruire del servizio.

Questa è l’odissea dei pendolari che utilizzano il trasporto pubblico su gomma gestito da Cotral. Per loro oltre al danno c’è anche la beffa, visto che pagano il ticket o l’abbonamento per un servizio a dir poco inefficiente.
 
Antonello Aurigemma
Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio 


Condividi la notizia:
29 settembre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR