__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Giunto alla quarta edizione, si terrà tra il Sacrario e gli Almadiani l'evento rivolto a grandi e piccini

“Giochi e merende”, nel weekend la manifestazione di Rimbocchiamoci le maniche

Vilma Usai, presidente di Rimbocchiamoci le Maniche

Vilma Usai, presidente di Rimbocchiamoci le Maniche

 
Merende e giochi - Seconda edizione

Merende e giochi – Seconda edizione

Merende e giochi - Seconda edizione

Merende e giochi – Seconda edizione

Merende e giochi - Seconda edizione

Merende e giochi – Seconda edizione

 

Viterbo – “C’era una volta… giochi e merende”. Torna nel fine settimana l’ormai tradizionale appuntamento promosso dall’associazione Rima, Rimbocchiamoci le Maniche, giunto alla sua quarta edizione. 

L’appuntamento è in programma sabato 23 e domenica 24 tra piazza Unità d’Italia, piazza dei Caduti e gli Almadiani con una serie di iniziative che hanno per protagonisti i giochi che erano in voga anni fa e che divertivano tutti quei bambini che ormai sono diventati adulti.

Pane e olio, pane e marmellata, ricotta e miele o ricotta e cannella, i quattro cantoni e il salto con la corda saranno i protagonisti di due pomeriggi spensierati che uniranno i bambini di ieri con i bambini di oggi. 

Ma oltre alla parte ludica, c’è come sempre anche una parte informativa. In collaborazione con Maurizio Casciani e Dafne Prisco della fondazione Oltre Noi e il presidente del Leo Club Viterbo, Maurizio Paccosi, il 23 settembre alle ore 16, presso l’ex chiesa degli Almadiani, si terrà il convegno “Inclusione sociale attraverso percorsi ludici”.

Alle ore 17, sempre agli Almadiani, “Lis a scuola”, a cura di Federica Miralli. Alle 17,30, “Raccontami una storia”, tra libri illustrati e fiabe della tradizione orale, con le docenti Marcella Brancaforte e Saskia Menting, insegnante presso la  St. Thomas International School Viterbo e rappresentante per l’Italia nel progetto triennale Erasmus+Clil Prime. A seguire “La lettura, il racconto, la fiaba”, nella relazione del dottor Luca La Mesa. 

Ancora una volta, lo spazio degli Almadiani sarà condiviso con l’Admo, che promuoverà la donazione del midollo osseo. Nell’ambito della manifestazione, nel frattempo, giunge alla terza edizione il concorso per le scuole, avente quest’anno per tema “C’era una volta… una favola”, la cui premiazione è in programma domenica 24 setttembre, alle ore 18,30. 

Da non perdere un particolarissimo gioco dell’oca, “Let’s play different”, che sarà presentato nel corso del convegno e che potrà poi essere sperimentato in prima persona dai bambini. “Un gioco – spiega la presidente di Rima, Vilma Usai – che aiuta i bambini normodotati a capire quelle che sono le difficoltà dei bambini con disabilità”.  “Nella seconda parte del convegno – continua – si parlerà dell’importanza della lettura delle favole con la partecipazione del dottor Luca La Mesa e delle esperte di narrazione Marcella Brancaforte e Saskia Menting”. 

Dalle ore 15 di domenica, in piazza Unità d’Italia, comincerà la distribuzione gratuita della merenda: “Con i prodotti tipici della Tuscia – ci tiene a sottolineare Vilma Usai – mentre per i più piccoli ci sarà un vero e proprio ‘angolo delle coccole’, per provare il piacere di ascoltare e sognare con le favole raccontate dalle nonne”. 

In caso di pioggia, la manifestazione si terrà presso la palestra della Verità, in via Oslavia. 

21 settembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564