--

--

Tutankhamon-560x80

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Bassano Romano - Vittima il padre del politico Giancarlo Torricelli - Fissate le date delle prime udienze del processo

Muratore muore sul lavoro, imprenditore a processo per omicidio colposo

Bassano Romano

Bassano Romano – L’incidente sul lavoro è avvenuto il 30 aprile 2014

 

Giancarlo Torricelli

Giancarlo Torricelli – Si è costituito parte civile con la madre e il fratello

Bassano Romano – (sil.co) – Calendarizzate le udienze del processo per l’infortunio sul lavoro in cui ha perso la vita tre anni fa il padre dell’ex vicesindaco di Bassano Romano ed ex numero uno di Rifondazione comunista Giancarlo Torricelli. 

Il giudice Silvia Mattei stringe i tempi per arrivare in tempi il più brevi possibile alla sentenza. 

E così ieri, giornata di ammissione prove, oltre alla prima udienza, del 23 marzo 2018, ha fissato anche le successive, il 13 aprile e il 4 maggio, per sentire i testimoni dell’accusa e dei familiari, che si sono costituiti parte civile; il 23 maggio, per l’interrogatorio dell’imputato; e infine l’8 giugno per sentire i primi testimoni della difesa. Se tutto filerà liscio, discussione sentenza potrebbero arrivare entro la prossima estate.

Era il 30 aprile 2014 quando Bartolomeo Torricelli, muratore di 75 anni, cadde a terra, battendo rovinosamente la testa, mentre si trovava su un trabattello, un piccolo ponteggio mobile, su cui stava lavorando presso una villa adibita a location esclusiva per eventi e cerimonie. 

Le condizioni del poveretto apparvero subito gravissime ai soccorritori, che ne disposero il trasferimento in eliambulanza al policlinico Gemelli di Roma, dove il 75enne si è spento dopo una settimana di agonia, il 6 maggio 2014. 

La procura aprì un’inchiesta, disponendo l’autopsia, che ha confermato il nesso causale tra le lesioni riportate nella caduta e il decesso di Torricelli.

Il processo per omicidio colposo a carico del titolare della struttura entrerà nel vivo a marzo, dopo quasi quattro anni. Parti civili la vedova della vittima e i figli, Paolo e Giancarlo Torricelli.

9 settembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564