Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Si parte domenica 10 settembre

Tutto pronto per la prima tappa del Cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa

Condividi la notizia:

Sandra Sanna, Aldo Marinelli e Ottavio Annesi

Sandra Sanna, Aldo Marinelli e Ottavio Annesi

Silvio Cappelli

Silvio Cappelli

Tonino Pasquini, Aldo Marinelli, Sandra Sanna, Ottavio Annesi e Domenico Donato

Tonino Pasquini, Aldo Marinelli, Sandra Sanna, Ottavio Annesi e Domenico Donato

Domenico Donato e Tonino Pasquini

Domenico Donato e Tonino Pasquini

Viterbo – (s.c.) – Tutto pronto per la prima tappa della manifestazione “In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa”.

Nei giorni scorsi, infatti, alcuni volontari hanno provveduto ad ispezionare e pulire il primo tratto del percorso che va da Viterbo a Soriano nel Cimino. L’itinerario naturalistico e religioso di rara bellezza attraversa boschi, sorgenti e castelli medioevali, rievocando l’esilio subito dalla santa patrona di Viterbo il 4 dicembre del 1250.

La manifestazione è quest’anno alla sua tredicesima edizione ed è organizzata come sempre dall’associazione Take Off.

Tutto accadde 767 anni fa in pieno inverno quando la giovane Rosa, accompagnata dalla sua famiglia, fu costretta all’esilio e dovette raggiungere a piedi, da Viterbo, prima Soriano nel Cimino, luogo comandato dal podestà viterbese, poi Vitorchiano prima del suo rientro in città e della sua morte che avvenne poche settimane dopo, precisamente il 6 marzo 1251.

Il suggestivo percorso è stato, come ogni anno, verificato e liberato dai rovi e dalle erbacce grazie all’impegno di Ottavio Annesi, Silvio Cappelli, Domenico Donato, Aldo Marinelli, Sandra Sanna e Tonino Pasquini insieme ai responsabili dell’Associazione Gea – Gestione e educazione ambientale per quanto riguarda il tratto all’interno della tenuta di sant’Egidio.

“Un’iniziativa consolidata nel tempo – afferma Silvio Cappelli dell’Associazione culturale Take Off, ideatore e organizzatore dell’iniziativa – che rievoca un fatto tra i più importanti della vita di Santa Rosa. Quell’esilio che poi per la sofferente Rosa, affetta da mancanza congenita dello sterno, ebbe lo stesso valore di una condanna a morte che avvenne pochissime settimane dopo.

Attraversare i boschi dei Monti Cimini da Viterbo a Soriano nel Cimino e Vitorchiano – continua Cappelli – ci fa capire il suo enorme sacrificio. Camminare in quei luoghi dove è transitata la Santa esiliata da Viterbo, a stretto contatto con la natura e il silenzio, fraternamente insieme ai compagni di cammino, con solidarietà, rappresenta un ritorno alla dimensione umana e ha il sapore di una tradizione millenaria, che riconduce sui passi della nostra giovane concittadina Rosa e che ci avvicina di più a lei”.

Ad assistere i partecipanti lungo il percorso saranno i Cavalieri del Soccorso della Città di Viterbo. Durante le tre tappe saranno organizzati, a cura dell’Associazione culturale Take Off, punti di ristoro, tra gli altri, presso il giardino della famiglia Fiorentini-Mangano in strada Romana, presso le sorgenti Acquaspasa, all’interno del sito archeologico di Corviano, di fronte alla sede della Pro Loco di Vitorchiano e nel Convento di San Francesco alla Rocca a Viterbo.

Su richiesta saranno preparati cestini gastronomici per il pranzo, anche a base di prodotti tipici, dalla gastronomia Sapori Italiani di Clelia Piganò.

Tutte le informazioni relative a questa iniziativa si potranno trovare, oltre che sui pieghevoli stampati a cura dell’Associazione Take Off e reperibili a Viterbo presso la basilica di San Francesco alla Rocca, anche sulla pagina Facebook “In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa da Viterbo” oppure telefonando al numero 3382129568.

Questo il programma completo del “Cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa”:

Domenica 10 settembre 2017

Domenica 10 settembre 2017 l’appuntamento per le iscrizioni è fissato per le ore 8 a Viterbo in Piazza San Francesco, di fronte alla basilica omonima. Si partirà intorno alle ore 8,30 dopo la Santa Messa, dopo aver letto la Preghiera del Pellegrino e dopo aver ricevuto la benedizione, con la reliquia di San Francesco, da parte del parroco padre Agostino Mallucci ofm. E’ prevista una colazione nelle sale adiacenti il convento.

Alla partenza sarà possibile prenotare un cestino per il pranzo, con pietanze a scelta, che verrà consegnato intorno alle ore 13 nel luogo previsto per il pranzo. Lungo il percorso verrà allestito un punto di ristoro, sulla strada Romana, con degustazione di dolci tipici, pasticcini, caffè, latte, bibite e rifornimento di acqua.

Alla partenza sarà possibile anche prenotare i biglietti (verranno consegnati durante la sosta per il pranzo) per il trenino Met.Ro. (ex Roma nord) Soriano nel Cimino – Viterbo per il ritorno al costo di 1 euro alle ore 17,05 con arrivo a Viterbo alle ore 17,30.

Un percorso a piedi lungo circa 16 chilometri, quasi interamente all’interno dei boschi sui sentieri dei Monti Cimini (molto verosimile a quello compiuto da santa Rosa nel 1250), che da Viterbo porta a Soriano nel Cimino. Il gruppo dei partecipanti partirà, come avvenuto nei nove anni precedenti, all’insegna della pace, della fraternità e dell’amicizia.

Da Piazza San Francesco si percorreranno Via Matteotti, Piazza Verdi, Via F.lli Rosselli, Via Genova, Via Belluno e Strada Palanzana. Poco prima dell’eremo della Palanzana si girerà a sinistra per percorrere una strada bianca che, attraversando il Parco dell’Arcionello, condurrà i partecipanti all’attraversamento della Strada Romana, all’altezza dei numeri civici 5. Qui ci sarà una prima sosta con un punto di ristoro.

La camminata proseguirà per Strada Costa Volpara e Strada Piscine, fino all’attraversamento della Strada Provinciale Piangoli, fino a imboccare la strada bianca che porta alla sorgente Acquaspasa.

L’arrivo alle sorgenti, attraverso antichi sentieri e mulattiere, è previsto per le ore 13 circa. In questo luogo esiste un’area attrezzata con panche e tavoli ed è prevista una sosta per il pranzo. Verso le ore 14 il cammino riprenderà, all’interno del bosco, salendo verso la sorgente Grillara. Questo è il punto più alto del percorso, rispetto al livello del mare, circa 750 metri di massima altitudine, dopo aver percorso 13 chilometri e 600 metri circa.

L’arrivo a Soriano nel Cimino, attraverso i boschi, è previsto intorno alle ore 16. Il ritorno a Viterbo avverrà con mezzi propri, con bus, o con l’utilizzo del trenino Met.Ro (ex ferrovia Roma Nord).

Domenica 17 settembre 2017

Domenica 17 settembre 2017 l’appuntamento è fissato per le ore 8 in piazza Vittorio Emanuele a Soriano nel Cimino. La partenza è prevista intorno alle ore 8,30 al termine dell’iscrizione, prenotazione pranzo ecc.

Il percorso, lungo circa 18 km, si snoderà lungo Via Papacqua, Via della Stazione, Strada del Fosso Sciascia, qui una sosta per la colazione, poi Strada del Fontanile, Strada delle Sterpeta, Strada del Santarello, Strada della Poggiarella, attraversamento del torrente Martelluzzo e all’interno dei boschi che ci porteranno fino a Vitorchiano, tra noccioleti e uliveti, attraversando e visitando anche l’interessante sito archeologico di Corviano. In questo sito è prevista la sosta per il pranzo.

Corviano è un monumento naturale situato su un pianoro, in posizione dominante, tra il torrente Vezza e il fosso Martelluzzo. Sono diverse le testimonianze materiali di civiltà medioevale esistenti in loco: un castello, una chiesetta, un’antichissima necropoli con tombe antropomorfe e case con ingressi parietali, a strapiombo sulla parete rocciosa.

Prima dell’arrivo a Vitorchiano sono le chiese di Santa Maria degli Arrotini e di San Michele Arcangelo. Anche qui la giornata si concluderà con il ritorno a Viterbo con mezzi propri, con bus, oppure tramite il trenino della Met.Ro.

Domenica 24 settembre 2017

Domenica 24 settembre 2017 l’appuntamento è fissato per le ore 8 presso il Palazzo comunale di Vitorchiano. La partenza è prevista per le ore 8,30 circa da Vitorchiano al termine dell’iscrizione, prenotazione pranzo ecc.

Il percorso si snoderà costeggiando la locale stazione e la linea ferroviaria Met.Ro. ex Roma-Nord, proseguendo per Strada Gramignana, dove ci sarà una sosta per la colazione, Strada Montecchio, Strada Piscine, Strada Costa Volpara, Strada Romana, Via della Palanzana fino ad arrivare in Viterbo.

Tempo di percorrenza circa 5 ore, per 15 km circa, con pranzo finale di beneficenza a Viterbo, intorno alle ore 14, nei locali adiacenti il convento di San Francesco alla Rocca.


Condividi la notizia:
8 settembre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR