__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Calcio - La curva Nord e i suoi ultras: "Non contestiamo l'operato societario"

“Viterbese, si ritorni al vecchio nome…”

Sport - Calcio - Viterbese - La coreografia della curva Nord

Sport – Calcio – Viterbese – La coreografia della curva Nord

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – A due mesi di distanza dal nostro ultimo intervento, ci sembra giusto prendere parola per chiarire (qualora ce ne fosse ancora bisogno) alcune nostre posizioni, in particolare i motivi per cui gli ultras della Nord non entrano (a malincuore) allo stadio Rocchi.

Intervento il nostro reso necessario alla luce della confusione (volontaria o non volontaria) che sui social (dove molti credono che basti una tastiera per sentirsi leoni e sparare sentenze) e in tutto l’ambiente gialloblù ormai regna sovrana, quando invece le nostre motivazioni sono piuttosto chiare.

La Nord e i suoi ultras non accettano lezioni e morali da parte di nessuno. Ciò che facciamo oggi e abbiamo fatto in passato lo abbiamo fatto sempre mettetendoci la faccia e stando sempre in prima linea contro tutto e tutti. Nei momenti bui (tanti) e in quelli di trionfo. Qui, ribadiamo, non si tratta di essere pro o contro Camilli, pro o contro questa società, anche perché la Nord e suoi ultras lo hanno sempre sostenuto fin da quando mise piede al Rocchi per la prima volta. Per non parlare della scarsa disponibilità di dedicare determinate attenzioni alla Viterbese calcio da parte dell’amministrazione comunale, dove la curva si è sempre schierata a difesa dei colori gialloblù e ci ha sempre messo la faccia, determinate volte anche a brutto muso e i fatti lo dimostrano ed è un dato innegabile.

Purtroppo come spesso accade però, molti hanno probabilmente la memoria corta e quindi ora con la squadra in vetta alla classifica e con il vento in poppa tutti si permettono di sparare giudizi a vanvera, specialmente su chi paga la propria fede sulla propria pelle. La curva Nord (teatrino estivo a parte) non contesta l’operato societario, ma si protesta, si dissente, si prende una posizione, usate il termine che più vi piace, principalmente per il mancato ritorno al logo e al nome della Viterbese, o quanto meno a qualcosa di similare che riprenda ciò che ha sempre rappresentato la nostra storia e il nostro territorio, cosa promessa fin dal 2013, primo anno dell’era Camilli e, come detto, per le altre prese di posizione assunte dal patron in estate (vedi il paventato acquisto della Ternana e la tentata cessione alla banda Tilia) che hanno mancato di rispetto non all’amministrazione che francamente di rispetto poco si merita, ma a un’intera tifoseria ed alla città, punto questo però fortunatamente chiarito e risolto dal patron Piero Camilli con le dichiarazioni rilasciate nella gara interna col Prato, dichiarazioni queste da noi apprezzate e di cui riconosciamo la volontà chiarificatrice.

Con la speranza quindi di aver chiarito una volta per tutte la posizione della nostra curva, ci auguriamo quindi che questa situazione possa trovare una soluzione che accontenti tutti (perché le soluzioni ci sono e basta volerle applicare) auspicando quanto prima un incontro con la proprietà della società.

Nslm Viterbo 1908

13 settembre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564