__

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sabato 14 ottobre dalle 10 alle 13 al sistema museale di ateneo

Ascoltare la scultura, Xonarinox di Attilio Pierelli

Viterbo - L'università della Tuscia

Viterbo – L’università della Tuscia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il sistema museale di ateneo Sma dell’università della Tuscia aderisce alla tredicesima edizione della giornata del Contemporaneo, organizzata dall’Amaci associazione dei musei d’arte contemporanea italiani per il 14 ottobre.

L’Amaci, associazione no profit che oggi riunisce 24 tra i più importanti musei d’arte contemporanea italiani, dal 2005 promuove un grande evento dedicandolo all’arte contemporanea e al suo pubblico. Questa iniziativa ormai si è consolidata come uno dei più importanti appuntamenti annuali a carattere nazionale per la promozione della cultura contemporanea, una grande occasione per lo scambio di progetti, programmi e conoscenze.

Il sistema museale di ateneo per la giornata del contemporaneo 2017 propone agli studenti, ai cittadini e ai turisti l’evento dal titolo Ascoltare la scultura: Xonarinox di Attilio Pierelli. Si tratta dell’inaugurazione del ripristino delle funzioni sonore dell’opera Xonarinox (1968) realizzata dall’artista marchigiano Attilio Pierelli, autore di altre sculture in acciaio inox presenti nella rete dell’arte contemporanea del sistema museale di ateneo.

Il programma prevede un incontro alle 10 presso l’auletta dello spazio espositivo Sma, all’interno del complesso di Santa Maria in gradi, in cui si proietterà il video Iperspazio, per la regia di Giulio Colavolpe (1995) e si parlerà di Attilio Pierelli e della rifunzionalizzazione della sua scultura Xonarinox.

Seguirà una visita guidata a tutte le opere della rete dell’arte contemporanea che si trovano all’interno del complesso di Santa Maria in Gradi.
L’evento è a cura di Elisabetta Cristallini della Rete dell’arte contemporanea della Tuscia e Vera Anelli del Sistema Museale di Ateneo.

Viterbo 10.10.2017

11 ottobre, 2017

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564