--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Lazio - Il consigliere regionale critico sui risultati in campo sanitario della maggioranza

Sabatini: “Ospedale Belcolle, ennesima operazione maquillage Zingaretti”

Condividi la notizia:

Daniele Sabatini

Daniele Sabatini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Zingaretti all’ospedale Belcolle di Viterbo per l’ennesima operazione di maquillage: nuova hall, cup, laboratori. Tutto molto apprezzabile dal punto di vista estetico ed architettonico, se non fosse che i cittadini necessitano di servizi efficienti.

Solo una settimana fa, l’istituto superiore di sanità ha evidenziato il peggioramento di tutti gli indicatori della sanità, un verdetto che non stupisce: nonostante diversi programmi rivoluzionari annunciati, resta irrisolto il problema delle infinite liste d’attesa; per non parlare dei pronto soccorso perennemente intasati e affetti da una drammatica e cronica carenza di personale medico e paramedico, e dei macchinari obsoleti o guasti, di cui sono piene le cronache locali.

Questa è realtà della sanità del Lazio, a Roma come nelle altre province. Non bastano interventi di facciata se poi bisogna aspettare mesi per un esame, addirittura migrare fuori regione come spesso accade; se si fatica a trovare un posto letto. Zingaretti in cinque anni non ha saputo migliorare la qualità dei servizi e dell’assistenza sanitaria.

I conti saranno pure migliorati ma la tutela della salute non passa solo per calcoli ragionieristici. Si goda le sue ultime passerelle pre-elettorali, il capolinea si avvicina.

Daniele Sabatini
Consigliere regionale del Lazio


Condividi la notizia:
6 ottobre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR