--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Partecipazione alla passeggiata enogastronomica, naturalistica e culturale “Tobia – San Martino al Cimino"

Bruschette all’olio innaffiate da buon vinello locale…

Condividi la notizia:

Foto di gruppo a San Martino al Cimino

Foto di gruppo a San Martino al Cimino

Alcuni partecipanti alla passeggiata

Alcuni partecipanti alla passeggiata

Olio extravergine di oliva

Olio extravergine di oliva

Sosta durante la passeggiata

Sosta durante la passeggiata

Massimo Mecarini insieme ai partecipanti alla passeggiata

Massimo Mecarini insieme ai partecipanti alla passeggiata

Viterbo – (s.c.) – Successo, nonostante le avverse condizioni meteorologiche, per la passeggiata enogastronomica, naturalistica e culturale “Tobia – San Martino al Cimino olio e vino” che si è tenuta nella mattinata di ieri domenica 5 novembre.

Gallery: Passeggiata “Tobia – San Martino al Cimino olio e vino”

Moltissime le persone che sono accorse al frantoio di Tobia, durante il giorno, per la degustazione del vino locale e della bruschetta condita con l’olio extravergine prodotto con diverse varietà di olive locali ma principalmente con il “canino” che attribuisce all’olio un sapore più intenso e più profumato.

Un’iniziativa dell’associazione culturale Take off, in collaborazione con il frantoio di Tobia, il ristorante La Collina, Tusciaweb e Tipografia Grazini & Mecarini, per la valorizzazione e la diffusione di questi due importanti ed eccellenti prodotti tipici locali, come lo sono per Tobia e San Martino, insieme alle castagne, l’olio e il vino.

Molte le persone arrivate dal capoluogo viterbese, un gruppo organizzato è arrivato anche da Roma, fino a Tobia per deliziarsi il palato con una bella bruschetta all’olio innaffiata da buon vinello locale.

La giornata ha avuto inizio già nelle prime ore della mattina con la passeggiata naturalistica e culturale insieme alla guida turistica Anna Rita Properzi. Presenti, tra gli altri, anche Silvio Cappelli presidente dell’Associazione culturale Take Off e Massimo Mecarini presidente del Sodalizio Facchini di Santa Rosa.

Dopo aver attraversato gli oliveti di Strada Tobiola, i castagneti di Strada del Canale, i boschi di Strada Monte Fogliano e di Strada Erodiano è risultata particolarmente interessante la visita all’abbazia cistercense di San Martino al Cimino e all’annessa sala capitolare.

Durante il ritorno breve sosta presso il fontanile di Pian di Legname dove oggi è ancora attivo l’antico spaccio-bar, aperto nel lontano 1928, gestito ancor oggi a conduzione familiare dall’ottantenne Antonia Natali, classe 1932, che ha offerto un simpatico aperitivo a tutti i partecipanti.

Dopo la degustazione di bruschetta a base di olio novello, presso il frantoio di Tobia, vista anche la pioggia battente, tutti a pranzo presso il vicino ristorante La Collina. Un’inaspettata visita degli zampognari ha concesso ai presenti una gradita anticipazione delle feste natalizie. Prossimo appuntamento, per l’associazione Take Off, domenica 3 dicembre prossimo per andare “In cammino sulle vie dell’esilio di Santa Rosa” da Viterbo a Soriano nel Cimino.


Condividi la notizia:
6 novembre, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR