--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - In attesa che strappi e rotture si ricompongano

Presentata la nuova segreteria provinciale del Pd, fuori la minoranza

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:

Andrea Egidi e Luisa Ciambella

Andrea Egidi e Luisa Ciambella

Presentazione della segreteria provinciale del Pd

Presentazione della segreteria provinciale del Pd

La scheda elettorale utilizzata all'ultimo congresso del Pd

La scheda elettorale utilizzata all’ultimo congresso del Pd

 

Viterbo – Presentata la nuova segreteria provinciale del Partito democratico scelta dal segretario Andrea Egidi uscito vincitore dall’ultimo congresso con il 56% dei voti e giunto al suo terzo mandato. Fuori la minoranza che al congresso provinciale ha sostenuto la candidata Manuela Benedetti ottenendo il 44% dei suffragi. In attesa che strappi e rotture si ricompongano.

“Una situazione tutt’altro che irreversibile – ha detto Egidi -. Verificheremo tutto cammin facendo, ma è innanzitutto fondamentale riconoscere l’esito del congresso e trovare punti di incontro con la minoranza non solo sugli assetti interni del partito ma anche su come immaginiamo di arrivare al 2018”, quando giro di pochissimi mesi si terranno le elezioni politiche, regionali e comunali, in particolar modo a Viterbo.

I nomi dei componenti della segreteria sono stati letti da Egidi nel corso di una conferenza stampa presso la sede provinciale di via Polidori a Viterbo. Assieme a lui la vice sindaca della città, Luisa Ciambella, presidente dell’assemblea provinciale del partito.

Assieme a loro entrano in segreteria l’assessora allo sviluppo economico di Viterbo Sonia Perà (tesoriera), l’ex sindaco di Bomarzo Tiziana Lagrimino (vice segretaria), l’ex assessore provinciale Antonio Rizzello (coordinatore segreteria provinciale), l’ex sindaco di Faleria Pierluigi Bianchi (responsabile organizzazione), la sindaca di Blera Elena Tolomei, Il capogruppo Pd al comune di Civita Castellana Paolo Aleandri (portavoce), il sindaco di Caprarola e assessore provinciale Eugenio Stelliferi, il sindaco di Nepi Pietro Soldatelli (welfare), l’ex segreteria del circolo del Pd di Tarquinia Maria Laura Santi (cultura), il sindaco di Bassano Romano Emanuele Maggi (sanità) e Piergiorgio Medori (formazione politica e scuola Pd).

Ognuno di loro si occuperà di un settore specifico della vita del partito. Altri temi, come ad esempio scuola, formazione e forum, devono ancora essere assegnati. Si aspetta solo che la frattura tra maggioranza e minoranza si ricomponga. E l’occasione potrebbe essere il convegno, annunciato da Egidi, che si terrà l’11 dicembre a Viterbo durante il quale si parlerà delle problematiche legate alle aree industriali della Tuscia assieme al deputato Giuseppe Fioroni e alla sottosegretaria allo sviluppo economico Teresa Bellanova. 

“Rispetto alle cose da fare – ha spiegato Andrea Egidi – abbiamo chiesto subito un incontro con il presidente del Lazio Nicola Zingaretti per verificare il lavoro da impostare e stabilire un rapporto più costante con il governo della regione. Entro dicembre partiremo poi con il coordinamento intercomunale del Pd. Puntiamo inoltre a coinvolgere tutti i delegati, impegnandoli innanzitutto nei diversi forum tematici che metteremo in piedi. lavoreremo infine su alcune cose decisive per la segreteria, vale a dire partecipazione, terzo settore, politiche giovanili, economia e impresa, cultura e istruzione”.

Accanto al segretario, la presidente dell’assemblea provinciale Luisa Ciambella. “Ho apprezzato la scelta di non ultimare la segreteria – ha sottolineato la vice sindaca di Viterbo -. Siamo per un’unità non ipocrita e dobbiamo fare tutti uno sforzo per una vera e propria trasformazione culturale. I cittadini non ci chiedono di parlarci addosso, ma coerenza. E il nostro dovere è quello di dare risposte ed essere sinceri con noi stessi e le persone che incontriamo”.

Un passaggio della conferenza è stato dedicato infine all’amministrazione viterbese del sindaco Leonardo Michelini. “Ci sono stati limiti e difficoltà – ha detto Egidi -. E se devo essere sincero posso esprimere solo rammarico per le occasioni perse. Possiamo tuttavia dire che dopo 5 anni, qualcosa di buono alla città lo lasciamo sicuramente”.

“Una maggioranza eterogenea – ha aggiunto Ciambella – che è stato difficile tenere insieme. Non solo, ma mentre noi lavoravamo, a un certo punto una parte del Pd ha pensato di utilizzare il partito contro l’amministrazione Michelini. Ad esempio, per il bilancio comunale di due anni fa ho dovuto fare ben 56 riunioni. E questa non è condivisione, ma difesa di interessi di parte. Spero che una situazione del genere non si verifichi più. Quantomeno per evitare quello che è accaduto per le elezioni dell’università agraria di Tarquinia dove non siamo riusciti a presentare una lista. Neanche una lista di bandiera”.

 

Daniele Camilli


I componenti della segreteria provinciale del Pd 

 

Andrea Egidi, segretario provinciale.

Luisa Ciambella, presidente assemblea provinciale.

Sonia Perà, tesoriera.

Tiziana Lagrimino, vice segretaria.

Antonio Rizzello, coordinatore segreteria provinciale.

Pierluigi Bianchi, responsabile organizzazione.

Elena Tolomei, responsabile enti locali.

Paolo Aleandri, portavoce segreteria.

Eugenio Stelliferi, rapporti con l’amministrazione provinciale, società partecipate e Gal.

Pietro Soldatelli, welfare.

Maria Laura Santi, cultura.

Emanuele Maggi, sanità.

Piergiorgio Medori, formazione politica e scuola Pd.

 

 


Condividi la notizia:
15 novembre, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR