--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Marta - I pescatori hanno celebrato il loro santo protettore

Processione e pesci di cioccolato per la festa di S. Andrea

Marta - I pescatori con la statua di S. Andrea

Marta – I pescatori con la statua di S. Andrea

Marta - S. Andrea - I pescatori distribuiscono i pesci di cioccolato

Marta – S. Andrea – I pescatori distribuiscono i pesci di cioccolato

Marta - La processione dei pescatori con la statua di S. Andrea

Marta – La processione dei pescatori con la statua di S. Andrea

Marta – Riceviamo e pubblichiamo – E’ terminata la festa del patrono dei pescatori S. Andrea.

Infatti sin dal mattino i pescatori di Marta si sono dati appuntamento sulla piazza centrale per festeggiare, come da tradizione, il loro santo protettore e patrono dei lavoratori del lago, un appuntamento irrinunciabile per il nostro paese che vanta la categoria più numerosa del lago di Bolsena.

Un riferimento, quello del santo, che si riallaccia ad una tradizione ultrasecolare del posto che ricade, come da calendario, l’ultimo giorno di novembre.

Una cerimonia molto partecipata che ha avuto il suo momento più toccante con la processione che si è svolta sul lungolago, attraversando il porto dei pescatori, con la statua del santo portata in spalla fino alla periferia del Pontone dove è stata ricollocata.

Causa il brutto tempo, la consueta messa, che si doveva tenere in riva al lago, è stata celebrata dentro la chiesa parrocchiale dei santi Marta e Biagio gremita di persone, tra cui tantissimi bambini delle scuole elementari delle classi quarte e quinte accompagnati dalle maestre.

Alle 11 il parroco don Roberto ha iniziato la messa ricordando la figura del santo protettore della categoria dei lavoratori del lago, uno dei primi apostoli e fratello di Pietro di professione pescatore.

Dopo la santa messa si è svolta la processione con la statua del santo che dalla chiesa parrocchiale è stata portata fino al vecchio porticciolo del lungolago e qui dopo che il parroco don Roberto ha benedetto il lago, a tutti i bambini delle elementari i pescatori hanno distribuito il tradizionale pesce di cioccolato posto dentro alcuni cesti ricolmi.

Una gioia quando ogni scolaro ha ricevuto dalle mani dei pescatori il simbolico pesce di cioccolata, uno stimolo in più per ricordare sin da piccoli e continuare il culto e la tradizione verso il santo protettore della categoria e trasmetterlo poi alle generazioni future, come avviene da secoli.

Sovente accade che nei momenti di pericolo, quando le burrasche ed i freddi venti di tramontana spazzano il lago, i pescatori si rivolgono al loro santo protettore invocandolo.

Memori di una devozione molto radicata e per la devozione a S. Andrea, sono tutt’oggi molto diffusi come in passato in paese i nomi di Andrea in onore al santo patrono dei pescatori.

Il culto dei lavoratori ai primi del 1900 in fondo a via Amalasunta, li spinse a costruire una piccola chiesetta parallela al lago, andata distrutta dopo la prima guerra mondiale, al suo posto venne intitolato l’attuale Largo S. Andrea, che si trova a pochi metri dal porto dei pescatori.

Dopo la cerimonia religiosa, come consuetudine, i pescatori, il sindaco, Bruna Rossetti della ConfCooperative e presidente del FLAGle , i presidenti delle cooerative Pescatori Sig.ri Garofoli Andrea e Gian Marco Concas e simpatizzanti, hanno partecipato al pranzo sociale, che si svolto nel ristorante da Otello sul lungolago, nel convivio, si sono rinnovati e rinsaldati quei vincoli di amicizia, ricordando i pescatori scomparsi e concludendo questa giornata con un brindisi al Patrono S. Andrea, con l’augurio di ritrovarsi tutti insieme il prossimo anno ad omaggiare il Santo Patrono della categoria.

Danilo Piovani

30 novembre, 2017

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR