--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sopralluogo a via Genova dove è stato ultimato l'intervento da 380mila euro

Rotatoria e ponte, una “finestra” sull’Arcionello

Condividi la notizia:

Viterbo - Il sopralluogo alla rotatoria a via Genova

Viterbo – Il sopralluogo alla rotatoria a via Genova

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo - Il ponte Fuffiano

Viterbo – Il ponte Fuffiano

Alvaro Ricci, Leonardo Michelini e Mario Quintarelli

Alvaro Ricci, Leonardo Michelini e Mario Quintarelli

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo La rotatoria di via Genova

Viterbo – (g.f.) – La rotatoria e il ponte. A via Genova il doppio intervento a viabilità e di recupero urbano adesso è ufficialmente completato.

Fotogallery: La rotatoria a via Genova e il ponte Fuffiano 

“Il 3 novembre – ricorda l’assessore Alvaro Ricci – è stato posizionato l’ultimo palo. Ma nei fatti l’opera è già funzionante dalla prima decina di ottobre”.

La rotatoria fa girare il traffico, rendendo più sicura la circolazione. Ne sa qualcosa Mario Quintarelli, capogruppo Pd. Il suo è un punto di vista privilegiato. Casa con vista sulla rotatoria.

“In strada – ricorda Quintarelli – prima era un continuo rilevamento d’incidenti, un incrocio pericoloso. Adesso è più sicuro e la circolazione scorre. Anche nei momenti critici come la mattina, non c’è fila”.

Oggi, insieme a Quintarelli e Ricci, il sindaco Leonardo Michelini, la consigliera Daniela Bizzarri e i tecnici del comune, per un sopralluogo, a lavori che non vogliono essere un punto d’arrivo, semmai di partenza.

“Come intervento – osserva Ricci – è riduttivo fermarsi alla sola rotatoria. È un primo intervento di riqualificazione dell’ingresso al parco dell’Arcionello.

Abbiamo riscoperto il ponte Fuffiano. Contiamo di sistemarlo e renderlo transitabile ai pedoni. Non possiamo dire d’avere creato una porta, per ora è una finestra, ma speriamo che presto la zona verde possa essere valorizzata dalla provincia.

Attualmente il progetto è in regione per la Vas e l’auspicio che presto sia licenziato”. Il recupero del parco è un’opera complessa. A palazzo dei Priori sperano nel breve periodo di rendere fruibile almeno una piccola parte, dieci ettari, fino a via Belluno.

L’intervento appena terminato è costato 380mila euro. “Con un ribasso importante, del 30 per cento. È stata una sfida importante, l’opera era complessa. Serve sei accessi, cinque strade pubbliche e una privata. La progettazione è stata tutta interna. Qualcuno dubitava che avremmo potuto farcela, invece eccoci qua.

Abbiamo anche avuto la fortuna d’incontrare un’impresa in gamba che ha completato in anticipo i lavori”.

Intanto, dall’altra parte di Viterbo: “A valle Faul – ricorda Ricci – per la copertura dell’Urcionio, il parcheggio fuori le mura e il sistema di bike sharing sono arrivate 200 domande.

Si tratta d’opere collegate fra loro, tenute insieme idealmente dall’Urcionio che percorre la città”.

Il sindaco Michelini ringrazia gli uffici per il lavoro portato a compimento. “Siamo arrivati come amministrazione all’ultimo miglio – osserva il primo cittadino – quello più faticoso, in cui si portano a compimento i progetti programmati, per dare un futuro alla città”.


Condividi la notizia:
8 novembre, 2017

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR