--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Era stato denunciato nel 2015 insieme al responsabile di un'autocarrozzeria

Targhe ancora valide in deposito, archiviata la posizione del titolare di una ditta di recupero auto

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

I carabinieri con le targhe ritrovate

I carabinieri con le targhe ritrovate

Viterbo – Il gip del tribunale di Viterbo ha archiviato la posizione del responsabile di una ditta di recupero auto che i carabinieri avevano denunciato nel 2015 insieme al titolare di un’autocarrozzeria. La denuncia era scattata dopo che gli uomini dell’Arma di Sutri, del nucleo operativo ecologico di Roma e dell’ispettorato del lavoro di Viterbo avevano scovato, in provincia, un deposito di targhe d’auto ancora valide.

La vicenda sarebbe nata – avevano scritto i carabinieri in una nota del 2015 – dal racconto di una donna, che ha detto ai carabinieri di aver rottamato la macchina che tuttavia risultava ancora in circolazione. I militari sono così intervenuti nell’autocarrozzeria, in cui avrebbero trovato targhe che sarebbero risultate ancora in circolazione.

I carabinieri – come è scritto nella nota del 2015 – avrebbero anche riscontrato la violazione delle norme sullo smaltimento di rifiuti speciali e relative ai lavoratori dipendenti. Poi sono andati nella società di recupero auto in cui sarebbe stata portata la vettura della denunciante e qui avrebbero constatato che la rottamazione delle macchine sarebbe avvenuta senza il rispetto delle normative amministrative, circa la presa in carico dei veicoli. Oltre a delle presunte violazioni delle norme in materia ambientale.

I titolari delle due ditte sono così stati denunciati alla magistratura. Ma la procura di Viterbo ha poi chiesto l’archiviazione del procedimento, richiesta accolta dal gip.


Condividi la notizia:
26 novembre, 2017

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR